Cerca nel blog

30 settembre 2010

CIAMBELLA AL MASCARPONE E CIOCCOLATO CON AROMA DI RUM / CHEC CU MASCARPONE, CIOCOLATA SI AROMA DE ROM

La ricetta l'ho vista nel blog La ricetta perfetta e come avevo  giusto del mascarpone in casa lo provata.
L'ho preparata cosi come era , parte i pinoli e il rum che ho pensato di aggiungere.
Davvero ottima, una ciambella soffice e gustosa.



Ingredienti:

* 250 gr farina
* 250 gr mascarpone
* 100 gr di burro fuso
* 180 gr zucchero
* 3 uova
* 1 bustina vanillina
* 1 bustina lievito per dolci
* 100 ml. di latte
* 100 gr di cioccolato fondende /al latte o gocce di cioccolato
* rum o essenza rum
* pinoli
...................................................................................
Montare le uova con lo zucchero, fino ad ottenere una crema quasi bianca, aggiungete la vanillina, 1-2 cucchiai di rum ,il mascarpone, mescolate bene. Aggiungete il latte ,il burro fuso intiepidito e alla fine il lievito e la farina setacciate insieme. Se il composto dovesse risultare troppo denso , aggiungete del latte.
Tagliate a pezzettini il cioccolato e infarinarlo per evitare che si depositi sul fondo. Incorporare al composto il cioccolato e mescolate lentamente.Versate il composto in uno stampo da ciambella o plum cake grande rivestito con carta forno. Mettete sopra i pinoli.
Infornare a 180°( forno preriscaldato) per 40-45 minuti ,fare la prova stecchino.
Lasciare raffreddare e spolverizzare di zucchero a velo vanigliato.


gif animator online


altre ricette :
- plum cake al limone e semi di papavero
- ciambella alla ricotta con le ciliegie
- ciambella romagnola
-ciambella all'acqua

Image and video hosting by TinyPic

Image and video hosting by TinyPic


Ingrediente:

* 250 gr faina
* 250 gr mascarpone
* 100 gr unt topit
* 180 gr zahar
* 3 oua
* 1 plic vanilie
* 1 plic praf de copt
* 100 gr di lapte
* 100 gr ciocolata amaruie / lapte sau bobite de ciocolata
* seminte de pin (facultativ)
* rom sau esenta de rom
.................................................................................
Se bat bine ouale cu zaharul ,se adauga vanilia , 1-2 linguri rom sau cateva picaturi esenta rom, si mascarpone , se amesteca bine. Se adauga untul topit si racit ,laptele iar la sfarsit faina (cernuta) amestecata cu praful de copt. Daca vi se pare prea tare aluatul ,adaugati putin lapte. La sfarsit se pune ciocolata taiata bucatele mai micute. Eventual treceti ciocolata prin faina ,inainte de a o pune in aluat. Se amesteca usor ,se pune compozitia intr-o forma de chec mai mare (rotunda) sau doua mai mici. Deasupra se pun semintele de pin . Se coace in cuptorul deja cald ,la o temperatura medie 180° ,circa 40-45 minute... se face proba cu scobitoarea.
Cand este rece ,se pudreaza. Este un chec gustos si pufos.

alte retete :
- chec cu lamaie si mac
- chec cu ricotta si cirese
- ciambella romagnola

-chec cu apa

24 settembre 2010

Ricordi di fine estate nell' Appennino tosco-emiliano ♥ Amintiri de la sfârşitul verii din Apeninul tosco-emilian ♥

Nei primi giorni di settembre , io e mio marito ci siamo presi una piccola vacanza , andando in montagna per qualche giorno .Un classico...chi abita al mare va in montagna e viceversa. Siamo andati nell’ Alta Valle del Reno e precisamente a Molino del Pallone ,frazione di Granaglione (BO) in Appennino tosco-emiliano . Per arrivare basta prendere il treno da Bologna per Pistoia che attraversa l'Appennino.
Alloggiati a Pro Loco “La Panoramica” per tutto il tempo della giornata , facevamo le nostre passeggiate nei boschi ( di castagni, querce, faggio…) e per i paesini vicini.
Atraversando il ponte sopra il Reno a Molino del Pallone si entra già in Toscana, nel comune di Sambuca Pistoiese con le sue frazioni Campeda , Lagacci. Abbiamo visto anche Pracchia, San Mommè ,Castagno e Corbezzi (frazioni di Pistoia) e Biagioni frazione di Granaglione (Bo) . Siamo arrivati con il treno anche a Pistoia , fermi un ‘oretta per un caffè ..e poi siamo ritornati indietro .
Davvero bellissimi posti e quanti altri che ancora non siamo riusciti a visitarli . E’ poi si mangiava proprio bene, noi siamo andati alla locanda-bar-affittacamere La Contea di Molino del Pallone, a gestione famigliare caratterizzata da cucina genuina, sapori semplici, piatti gustosi e fatti in casa.
Una zona bellissima da visitare, ci torneremo di sicuro.



In primele zile din septembrie eu si sotul ne-am luat o mica vacanta ,mergand la munte cateva zile.
Cine sta la mare are chef de munte si cine sta la munte are chef de mare . Am fost pe valea raului Reno , la Molino del Pallone o mica localitate in Apeninul tosco-emilian. Cazati la ” Panoramica” ,in fiecare zi ne faceam plimbari prin padure (de fagi ,castani,stejari …) sau prin satuletele din imprejurimi. Atraversand podul peste Reno in Molino del Pallone se trecea in regiunea Toscania, in comuna Sambuca Pistoiese de care apartin Campeda , Lagacci . Am ajuns si la San Mommè ,Castagno, Corbezzi si Pracchia (apartin de Pistoia) si Biagioni satulet care apartine de Granaglione (Bologna) .Am ajuns si la Pistoia ,am stat doar 1 ora ..am luat o cafea si ne-am intors inapoi.
Din pacate ,au ramas multe locuri care nu am reusit sa le vedem . Apoi se mananca bine la "La Contea" din Molino del Pallone, preparate de casa ,gustoase si proaspete.
O zona foarte frumoasa de vizitat, cu siguranta ne vom intoarce in acele locuri. 



vista da  Pro Loco "La Panoramica" Molino del Pallone ..sulla destra del Reno comune Granaglione -Molino del Pallone (Emilia Romagna) e sulla sinistra comune di Sambuca Pistoiese (Toscana)





"La Panoramica"( casolare rosa) Molino del Pallone ..dove abbiamo dormito


paesino Molino del Pallone

    


Molino del Pallone ristorante-bar-affittacamere "La Contea"
la stazione


dalla stazione verso il Parco naturale sul Reno( Molino del Pallone)
ingresso Parco naturale sul Reno comune Granaglione -Molino del Pallone


dal tunnel si arriva alla stazione e sulla sponda del Reno ingresso nel Parco fluviale

campi da beach-volley , bocce o ping-pong
d'estate si può prendere il sole , stare comodamente all'ombra sullo sdraio o anche pescare


vista dal versante toscano...
 "La Panoramica" ...vista dal bosco che porta a Campeda



verso Campeda frazione di Sambuca Pistoiese






scendendo da Posola (942 metri  ) ...dove volevamo andare ma non siamo arrivati


chiesa Campeda
vista sul versante opposto...
vista da Campeda...giù Molino del Pallone

Pracchia

Reno a  Pracchia...


stazione Biagioni-Lagacci

Biagioni -frazione di Granaglione (Bo) con circa 23 residenti permanenti, é il punto più meridionale dell'Emilia



Lagacci - frazione del comune di Sambuca Pistoiese (PT)

ponte di passaggio tra Biagioni e Lagacci
ponte ferroviario sopra San Mommè (PT)

17 settembre 2010

Gnocchi dolci con le prugne (impasto senza patate) / Galusti cu prune (aluat fara cartofi)


Gnocchi dolci con le prugne, un dessert che ricorda la mia infanzia, dessert molto amato in Romania. 
Si preparano con l'impasto a base di purè di patate.  Esiste però anche una variante più veloce,come questa con l'impasto di choux (bignè).     
Visto il periodo delle prugne ...provateli , sono buonissimi ! 

Ingredienti :

* 250 ml .di acqua
* 50. g di burro o margarina
* 150 g di farina
* 1 uovo
* 8 prugne piccole Stanley
* 50.g di burro
* pangrattato circa 150-200 g.
* zucchero
* una presa di sale
* zucchero a velo vanigliato
* cannella (facoltativo)

Procedimento
Mettiamo l'acqua a bollire con il burro (50 g.) e una presa di sale . Quando l'acqua bolle bene ,togliete la pentola dal fuoco e versate subito tutta la farina in un colpo solo , mescolate bene energicamente con la frusta o con un cucchiaio di legno finché l'impasto si raccoglie a palla.
Lasciate a intiepidire e nel impasto tiepido aggiungete l'uovo , mescolate finché l'uovo verrà ben assorbito .
Mettete l'impasto sulla spianatoia date forma di un cilindro e tagliate otto pezzi. Al’interno degli gnocchi richiuderete una prugna e modellate con il palmo della mano,dando una forma tonda. Le prugne devono essere abbastanza piccole e asciutte. Se le prugne sono grandi, tagliatele in due ,togliendo il nocciolo... e passatele nel pangrattato ,cosi evitate che l'impasto intorno a loro non rimane un po' crudo. Se vi piace, potete mettere anche un po' di cannella e zucchero...parte il pangrattato. Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata.
Quando vengono a galla ,teneteli ancora per 1 minuto nell'acqua.
Nel frattempo in una padella sciogliete altri 50 g. di burro ,aggiungete il pangrattato e fatte dorare il pangrattato, a fuoco medio mescolando ogni tanto. Alla fine aggiungete lo zucchero (io ad occhio) a vostro piacere...dipende...se vi piace più o meno dolce.
Sgocciolate gli gnocchi e subito passateli nel pangrattato ,cosi attacca bene dappertutto. Spolverizzate gli gnocchi di zucchero a velo vanigliato ,servite caldi anche con il resto di pangrattato.
Suggerimento: Se le prugne Stanley (preferibilmente) sono grandi, gli tagliate in due.







Blog