Cerca nel blog

Visualizzazione post con etichetta cucina regionale italiana / bucătăria italiană regională. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cucina regionale italiana / bucătăria italiană regională. Mostra tutti i post

31 ottobre 2017

Piada dei morti



In Romagna la Piada dei Morti inizia ad essere cucinata a metà ottobre e per tutto il mese di novembre.
E' un dolce semplice, un pandolce con uvetta e frutta secca, adatto ad essere gustato per colazione o dopo pasto con un buon bicchiere di vino.
Ha questo nome perché di solito si cucina nel periodo vicino alla Festa dei morti (2 novembre).
Esistono varie versioni, questa è la mia. La ricetta presa da qui ,è modificata.

Ingredienti:
200 g.di farina manitoba
80-100 g. di farina 00
1 uovo
60 gr. di zucchero
60 ml. latte intero
60 ml. olio di semi di girasole
20 g. di lievito di birra fresco
uvetta q.b.
1 bustina vanillina
1 pizzico di sale
glassatura 
1 uovo
noci, mandorle, pinoli ,uvetta

Procedimento:
Sciogliere il lievito di birra nel latte appena tiepido con un cucchiaio di zucchero. Aggiungere il resto dello zucchero, l'olio, un pizzico di sale, vanillina e la farina setacciata per ultima. Potete usare solo farina  00. Se vi piace più dolce aggiungete del'altro zucchero. Non mettere dall'inizio tutta la farina, ma poco alla volta.
A volte la farina (dipende quale tipo usate) assorbe di più e l'impasto finale esce troppo duro. Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico ...leggermente molle.
Mettere l'impasto a lievitare (coperto) in un luogo caldo per 2 ore circa. Impastare nuovamente, aggiungere l’uvetta. Mettere su teglia da forno con carta da forno volendo anche oleata. Schiacciare con le dita della mano fino ad ottenere dei dischi spessi di circa 2-3 cm.
Guarnire con noci,  mandorle, pinoli o uvetta.  Spennellare la superficie con l’altro uovo. Lasciare lievitare per massimo un oretta. Cuocere in forno già caldo, a 180° per 30-40 minuti. Fate prova stecchino.

Altre ricette dei dolci che si preparano per il periodo che precede la Commemorazione dei morti ; coliva ( dolce tipico della tradizione rumena) e fave dei morti.










22 dicembre 2016

Panettone senza impasto al cioccolato





Questa ricetta lo trovata sul blog Pane e cioccolato e ho voluto subito sperimentarla. Un panettone non impegnativo come procedimento e soddisfacente come gusto.

Ingredienti :
per un panettone da 300 g.

130 g. di farina 00
130 g. di farina 0
una bustina di vanillina
4 cucchiai di miele
4 g. di lievito di birra secco
80 g di acqua a temperatura ambiente
85 g di burro fuso a temperatura ambiente
2 uova a temperatura ambiente
50 g. di gocce di cioccolato
un tuorlo per spennellare la superficie
gocce di cioccolato per coprire

Procedimento:
Sciogliete in una ciotola il lievito con l'acqua e lasciarlo circa 10 minuti a temperatura ambiente. Aggiungete le uova leggermente sbattute, il miele, il burro fuso ma tiepido. Aggiungete la farina setacciata e la vanillina .Risulterà un impasto appiccicoso, continuate a lavorarlo per 5 minuti sempre con una spatola. diventera’ leggermente piu' sodo. Aggiungete le gocce di cioccolato e amalgamarle all’impasto. Coprite con la pellicola da cucina e lasciate lievitare 30 minuti a temperatura ambiente . Mettete l’impasto nel frigorifero, sempre coperto e lasciarlo  per 24-36 ore (decidete voi). Mettetelo sulla spianatoia e lavoratelo leggermente. Mettetelo in uno stampo apposito per panettone (io non lo avuto) oppure in una teglia tonda da 20 cm rivestita da carta da forno...cosi come ho fatto io ... e lasciatelo lievitare in un luogo caldo per circa 2 ore. L’impasto dovra’ raggiungere il bordo. Infornate a 160° per circa 40 minuti. Quando e' pronto sfornate e lasciatelo raffreddare completamente.





Che questi giorni di festa, vi portino tanta pace e serenità. Tanti auguri di Buon Natale! 
BUONE FESTE, AUGURI !


17 ottobre 2016

Gnocchi di patate con le susine




Gnocchi di patate ripieni con le prugne ,sono uno dei dolci preferiti che ricordano la mia infanzia .
Questo piatto è simile con gli gnocchi di susine che si preparano in Friuli Venezia Giulia. In genere vengono serviti come primo piatto o anche come piatto unico; nella zona di Trieste vengono spesso portati in tavola come dessert. Questi giorni li preparo ancora, (a settembre fatti due volte) visto che fino alla fine di ottobre si trovano ancora le susine. Ecco la mia ricetta:


Ingredienti: 
per circa 12 gnocchi 

impasto: 
700 g. di patate
150-160 g. di farina 00
2 uova grandi
60 g.di semolino
un pizzico di sale
 ripieno: 
6 prugne mature (io tipo Stanley)
cannella (facoltativo)
zucchero q.b.
condimento: 
180 g. di pane grattugiato
40 g . di burro
5 cucchiai di zucchero finissimo...o di più

Procedimento:
Se le prugne che usate sono grandi, tagliatele in due o quattro , togliendo il nocciolo, passatele nel pangrattato e mescolatele con un po' di cannella e lo zucchero.
Fate sciogliere il burro in una padella , aggiungete il pane grattugiato e mescolate sul fuoco fino quando il pane grattugiato diventa dorato. Alla fine spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero (meglio finissimo) e mescolate bene. Zucchero mettete secondo i vostri gusti.

Lavate le patate e lessateli con la buccia ,quando sono pronte pelatele e passatele nello schiacciapatate . Lasciate raffreddare le patate schiacciate e mescolate il tutto con le uova, semolino , la farina e un pizzico di sale. Impastate bene per ottenere un composto omogeneo. L'impasto sarà leggermente umido e appiccicoso ,deve essere cosi. Se proprio è troppo umido, aggiungete solo poco farina e semolino .
Con le mani leggermente umide, prendete parte dell’impasto e formate delle polpette tonde ,schiacciate in mezzo e riempite con un pezzo di prugna, chiudete e ridate la forma tonda .
Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata, a fuoco medio. Quando salgono in superficie, teneteli ancora circa 1 minuto e poi scolateli.
Appena scolati , li mettete due ..tre a volta dentro la padella con il pane grattugiato tostato. Passatelli bene nel pane grattugiato. Servite gli gnocchi subito caldi, volendo anche spolverizzati di zucchero a velo. Se volete servirli più tardi ..ma sempre caldi , perché cosi si mangiano e sono più buoni, .metteteli in una casseruola coperta e immersa nel’acqua calda (bagnomaria) .


*****

Questo tipo di gnocchi vengono preparati anche con impasto di choux, ricetta lo trovate qui.


7 aprile 2016

Casatiello


Per Pasqua quest'anno ho fatto anche casatiello. E' piaciuto a tutti e sicuramente lo rifarò.




Ingredienti:

  • 800-900 g. di farina “00” 
  • 20 g. di lievito di birra 
  • 300 ml. acqua 
  • 150 g. di strutto 
  • 250 g. di provolone piccante o altro formaggio saporito 
  • 200 g. di salame tipo Milano o Napoli 
  • 100 g pancetta a cubetti affumicata 
  • 80 g .di mortadella cubetti
  • 50 g.di parmigiano grattugiato 
  • 4 uova crude 
  • sale, pepe 



Procedimento:
Sciogliete il lievito in acqua tiepida con un pizzico di zucchero , aggiungerlo alla farina e iniziare ad impastare. Fate assorbire poco alla volta tutta l’acqua leggermente tiepida alla farina. Aggiungete lo strutto poco alla volta e impastate .Tenete un po’ di strutto da parte per ungere lo stampo e il casatiello prima di infornarlo. Aggiungete sale e lavorate bene circa 10 minuti l’impasto, in modo molto energico. Se bisogno, aggiungete dell'altra farina. Impasto non deve essere troppo molle, ne troppo duro ,omogeneo e liscio. Lasciare lievitare l’impasto per circa 2-3 ore ,ben coperto e tenetelo lontano dalle correnti d’aria, in un luogo abbastanza caldo...o in forno spento con la luce accesa. Trascorso il tempo iniziate a stendere l’impasto delicatamente su una spianatoia infarinata , fino ad ottenere un rettangolo di circa 30 / 40 cm, e spesso 1 cm. Lasciate da parte un po’ di pasta per le striscioline che si dispongono a croce sopra le uova crude . Io non ho fatto, ho preferito fare senza. Spolverizzate il parmigiano grattugiato su tutta la superficie. Aggiungete  i cubetti di formaggio e salumi ...sembreranno molti...e spolverizzate magari con un po’di pepe. Arrotolate a forma di salame (più stretto possibile) e chiudete alle estremità. Ungete lo stampo da ciambella diam. 24 cm con strutto, adagiate il rotolo di pasta ripieno unendo bene le estremità. Farlo lievitare per circa 3 ore in un luogo caldo ,coperto con un canovaccio. Fare dei buchi e mettete dentro l'impasto le uova crude lavate e asciugate. Sopra le uova mettete a forma di croce le striscioline fatte con l'impasto che avete tenuto da parte. Ungete il casatiello con lo strutto su tutta la sua superficie. Infornate in forno preriscaldato a 180°C per circa 90 minuti. Fate magari prova stecchino.



*****

Ricetta è più o meno come lo letta qui


27 marzo 2016

Pastiera al cioccolato / Pastiera cu ciocolata




Quest'anno finalmente sono riuscita a fare la pastiera al cioccolato .Non lo so se questa è proprio la ricetta di pastiera al cioccolato di Sal de Riso, cosi come ho letto su questo blog . Comunque, io lo modificata solo un pochino. Non vi potete immaginare quanto sia buona questa pastiera!!! 
Vi lascio i miei auguri di ...






Ingredienti:
pasta frolla 

  • 500 g. di farina
  • 250 g. di burro
  • 200 g. di zucchero
  • 2 tuorli
  • 1 uovo
  • scorza grattugiata di limone
  • un pizzico di sale
  farcitura

  • 300 g. di ricotta di mucca
  • 50 g. di zucchero
  • 1 bustina vanillina (0,5 g)
  • 150 g. di crema pasticcera
  • 250 g di grano cotto
  • 2 uova intere
  • 100 g. di cioccolato fondente al 70%
  • 100 g. di latte
  • un cucchiaino aroma fiori di arancio
  • un pizzico di cannella

Procedimento:
Preparate la pasta frolla. Disponete la farina a fontana e mettete all'interno l'uovo e i tuorli , il burro ammorbidito, lo zucchero e un pizzico di sale. Amalgamate bene il tutto,  fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciatela riposare in frigo, mentre preparate la farcitura.
Con un sbattitore mescolate la ricotta con lo zucchero e le uova , aggiungete la vaniglia e la crema pasticcera. Unite, mescolando a mano con un cucchiaio , il grano cotto e incorporatelo bene . Sciogliete il cioccolato a bagnomaria , unite il latte caldo, mescolate molto bene.Lasciate raffreddare e poi aggiungete il cioccolato alla ricotta. Aggiungete la cannella , aroma  di fiori d'arancio e mescolate bene. Stendete la pasta frolla direttamente sulla carta da forno e rivestite una teglia tonda con diametro di 24 cm. Distribuite la farcitura. Con un po’di pasta frolla tenuta a parte , ricavate delle strisce che appoggerete sulla farcitura. Infornate a 180° gradi per 50-60 minuti. Quando si raffredda , spolverizzate di zucchero a velo.




*****




15 marzo 2016

Tenerina alla zucca / Prajitura tenerina cu dovleac




La torta tenerina alla zucca è un dolce morbido con un sapore delicato e aromatico.Un dessert semplice per tutte le occasioni. A me è piaciuto molto!  Ricetta trovata qui e leggermente modificata.


Ingredienti:
300 g. di polpa di zucca cotta al forno
3 uova
125 g. di burro morbido
125 g. di zucchero fino
2 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di fecola di patate o maizena
1 bustina di vanillina
un pizzico di sale
zucchero a velo vanigliato

Nota :scegliete per la preparazione una zucca poco acquosa .Io ho usato zucca Delica ,è ottima .

Preparazione:
Mettete nel forno già caldo ( 200°) la zucca tagliate a fette, quando è morbida è pronta. Eliminare la buccia e mettete la polpa di zucca in una ciotola e schiacciatela bene con una forchetta o con un frullatore, fino a renderla cremosa ,come un pure. In una ciotola, mescolate bene il burro con lo zucchero, fino a diventare ben cremoso. Aggiungete i tuorli , frullate bene e poi aggiungete la zucca e mescolate bene. Se la zucca non dovesse essere molto dolce, aumentate la quantità di zucchero.
Aggiungete  la vanillina e la farina, la fecola di patate , un cucchiaio alla volta, e amalgamate bene tutto il composto.Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale, quindi incorporateli delicatamente al composto di zucca , con movimenti dal basso verso l’alto. Foderate una tortiera (diametro 24 cm.) con carta da forno, versate il composto. Cuocete in forno preriscaldato a 180°, (io forno a gas) , per circa 40-45 minuti. Fatte prova dello stuzzicadenti. Quando si raffredda bene, spolverizzate con zucchero a velo.
La tenerina di zucca viene morbida e leggermente umida all’interno, come quella al cioccolato.
*****
Per fare la tenerina classica al cioccolato ,dolce tipico di Ferrara ,la ricetta lo trovate qui.






9 febbraio 2016

Tortelli dolci allo yogurt / Gogosi cu iaurt



E oggi per Martedì Grasso vi lascio la ricetta di tortelli con lo yogurt.


Ingredienti:

  • 150 g. di farina
  • 200 g. di yogurt denso bianco intero
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale 
  • 1 bustina di lievito in polvere per i dolci
  • buccia grattugiata di 1 limone bio
  • aroma di vaniglia
  • zucchero a velo vanigliato
  • olio di semi di girasole o arachidi per friggere

Procedimento:
Montate bene con il frullatore lo yogurt con l'uovo, un pizzico di sale, 2 cucchiai di zucchero, buccia di limone grattugiata e qualche goccia di aroma di vaniglia. Alla fine,  incorporate poco alla volta la farina con il lievito setacciato. Deve risultare un composto denso ,che non scende subito dal cucchiaio. Se bisogno ,aggiungete qualche cucchiaio in più di farina. Riscaldate bene l'olio e abbassate un po' la fiamma. Versate l’impasto preparato a cucchiaiate (con un cucchiaino colmo con impasto ) nel olio ben caldo. Friggete i tortelli da entrambi lati. Togliete i tortelli quando sono dorati e scolateli su carta assorbente. Ancora caldi, passatelli nello zucchero a velo. Servite i tortelli caldi .

Suggerimento: Passate i tortelli nell’alchermes diluito con acqua e subito dopo nello zucchero semolato.

*****
Vi lascio anche una lista di ricette golose per allietare il vostro CarnevaleChiacchiere salate ,Chiacchiere con pannaCastagnole alla ricotta e amarettiChiacchiere con lo yogurtFrittelle ai semi di papavero Tortelli alle mandorleFrittelle di meleFrittelle dolci di risoFrittelle di semolino (Fritto bianco), Migliaccio


Buon Martedì Grasso!


Image and video hosting by TinyPic

8 febbraio 2016

Migliaccio


Il migliaccio è una ricetta tipica della tradizione napoletana, uno dei dolci tipici del Carnevale


Ingredienti:
stampo da 22-24 cm.

  • 180 gr. di semolino
  • 500 ml. di latte
  • 300 ml. di acqua
  • 30 g. di burro
  • 250 g. di ricotta
  • 3 uova
  • 270 g. di zucchero
  • 1 stecca di vaniglia
  • 1 cucchiaio di essenza di vaniglia
  • 2 cucchiai di limoncello
  • buccia di limone grattugiata

Procedimento:
In una pentola mettete il latte, l’acqua, il burro,70 gr di zucchero, la bacca di vaniglia, la scorza di  limone. Quando il latte incomincia a bollire , abbassate la fiamma, togliete la vaniglia e la buccia del limone e versate a pioggia il semolino facendolo incorporare un po’ per volta. Se il latte assorbe abbastanza subito il semolino non mettetelo tutto. Bollite il semolino per qualche minuto,  mescolando di continuo con un cucchiaio di legno.Spegnete e lasciate intiepidire. A parte lavorate le uova con lo zucchero, aggiungete la scorza grattugiata di limone, l’essenza di vaniglia e il limoncello e la ricotta. Versate il composto di uova e ricotta nel semolino poco alla volta e frullate continuamente fino a formare un composto omogeneo e cremoso. Imburrate e infarinate una teglia (meglio tortiera diametro 22-24 cm.e versate dentro il composto . Infornate il migliaccio a 180°C per 40-50 minuti,  fino a che non avrà un colore leggermente bruno.Lasciate raffreddare 2-3 ore. Spolverizzate di zucchero a velo e servite.

Suggerimento:
Provate a servire migliaccio con sciroppo d'acero...davvero buono.

*****
Ricetta di Misya ,leggermente modificata. Una versione simile a migliaccio Dolce di semolino e ricotta

Altre ricette per Carnevale:  Tortelli dolci con yogurt, Chiacchiere salate ,Chiacchiere con pannaCastagnole alla ricotta e amarettiChiacchiere con lo yogurtFrittelle ai semi di papavero Tortelli alle mandorleFrittelle di meleFrittelle dolci di riso
Frittelle di semolino (Fritto bianco)


4 febbraio 2016

Chiacchiere salate / Minciunele sarate



Ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 2 uova
  • 40 gr. di burro
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 60 gr.  di panna da cucina
  • 100 gr di formaggio caprino fresco latte vaccino (io Osella)
  • 3 cucchiai colmi di grana o parmigiano grattugiato
  • sale e pepe
  • olio per friggere


Preparazione:
Mescolate in una ciotola capiente la farina, il burro morbido, le uova sbattute, il vino bianco. Mescolare e poi aggiungete la panna , i caprini, la grana grattugiata ,un pizzico di sale (assaggiate sempre se c'è bisogno) e il pepe. Impastate il tutto, lavorate il composto per una decina di minuti su una spianatoia, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare. Io l'impasto lo messo in frigorifero. Tirate una sfoglia sottilissima con il matterello.Tagliate delle strisce della larghezza di circa 8-10 cm, ricavatene con una rotella tanti rettangoli e effettuate due tagli paralleli o uno solo per il lungo. Friggete le chiacchiere, in abbondante olio bollente, da entrambi lati. Scolatele quando saranno dorate e appoggiatele sulla carta assorbente. Servitele calde ,spolverizzate di grana grattugiato ,accompagnandole con la salsa rosa di maionese e ketchup.
Nota: Volendo si possono fare anche al forno.

 Buon giovedì grasso!!!!

chiacchiere salate fritte...

...e chiacchiere salate al forno con semi di sesamo

                                                                             *****
Queste chiacchiere salate sono buonissime e non rimangono per niente unte. Secondo me sono meglio fritte, ma volendo li potete fare anche al forno. Io li rifarò di sicuro ,ma non solo adesso per Carnevale. Ricetta leggermente modificata, presa da qui.

Altre ricette di chiacchiere: Chiacchiere con pannaChiacchiere con lo yogurt


27 maggio 2015

La piadina più grande del mondo al Romagna Shopping Valley



Per vedere il video del record cliccate qui .


È proprio vero, qui in Romagna quando decidiamo di fare una cosa o la facciamo “alla grande” oppure non ci sporchiamo neppure la mani.La sfida per battere il record della Piadina più Grande del Mondo è infatti entrata nella sua fase finale e i numeri sono di quelli da far girare la testa. Se il record precedente è andato ad una piadina di appena 22 chilogrammi, ora stiamo parlando di una cifra 4 volte maggiore, 80 chili per 5 metri di diametro. L’appuntamento è fissato per sabato 30 maggio (a partire dalle ore 17:00) al Romagna Shopping Valley - P.za Colombo, 3 | 47039 | Savignano sul Rubicone | (FC) e sarà certificato dal Guinness World Record, con sede a Londra. È richiesta la presenza di un notaio per garantire il rispetto di tutte le regole prescritte dalla celebre istituzione britannica e certificare l’effettivo peso della Piadina così da potersi aggiudicare l’agognato record mondiale.

Alcune cifre possono rendere l’idea: per realizzare la Piadina da Record verranno utilizzati 70 chilogrammi di farina, 8 chilogrammi di strutto, 1 chilo di agenti lievitanti, 1,5 chilogrammi di sale, circa 25 litri d’acqua. Gli ingredienti, gli stessi indicati nel disciplinare depositato presso il Ministero dell’Agricoltura, verranno impastati all’interno del supermercato Iper, dove gli addetti realizzeranno una palla di impasto di circa 100 chilogrammi. La palla verrà quindi trasportata all’esterno del centro commerciale, dove verrà allestita una apposita area per lo svolgimento dell’evento. L’impasto verrà lavorato su un tavolo di lavoro di circa cinque metri di diametro fatto realizzare appositamente da un falegname locale. Così come è stato necessario far costruire un mattarello extralarge, ovvero di circa 7 metri, ed alcune forchettone allungabili fino a 3 metri da utilizzare in fase di cottura per forare le eventuali ‘vesciche’. La cottura avverrà su una mega doppia piastra: ovvero due ‘piastroni’ in ferro, ciascuno del diametro di 5 metri e del peso di 1,5 tonnellate. Questa fase sarà particolarmente delicata. La Piadina infatti verrà fatta cuocere dapprima su una delle due piastre (Teglia base), che saranno scaldate da un fornellone fatto costruire ad hoc e alimentato da 6 bombole di gas e capace di produrre 320 kW.

Quando sarà il momento di procedere con la cottura del lato rimasto sopra, la seconda piastra (Teglia tappo) verrà appoggiata sulla piadina e facendo entrare in azione una gru le due piastre, strette a mo’ di sandwhich, verranno fatte ruotare per invertirne la posizione sul fornellone.
Terminata la cottura, si procederà alla pesatura, alla presenza del notaio, per certificare se è stato superato il World Record. Quindi si potrà passare alla farcitura a base di Nutella Ferrero. 
Tocco finale: utilizzando dello zucchero a velo, la Piadina verrà ‘decorata’ con la scritta ‘Romagna Shopping Valley – La Piada più Grande del Mondo!’. 
Nulla, ma proprio nulla, deve essere lasciato al caso è quindi partito il reclutamento di una squadra di volontari tra le 50 e le 70 persone.

Articolo preso da  Romagna a tavola .

La partecipazione è aperta a tutti. Nel caso voleste entrare nella squadra potete chiamare il numero verde 800 145079. C’è tempo fino a venerdì 29 maggio per aderire.


 

23 aprile 2015

Pan meino (pan de mej ) - Dulce italian de Sfantul Gheorghe




Il pan meino o pan de mej, è un tipico dolce lombardo. Nel milanese era d’uso consumare il pan de mèj il 23 aprile, giorno in cui si festeggia San Giorgio , protettore dei lattai. Un tempo veniva confezionato con farina di miglio,da qui la spiegazione del nome. Con il passare del tempo il normale pane di miglio si trasformò in un delicato dolce zuccherato, o, meglio, in deliziosi biscotti. Solo molto tempo il miglio fu sostituito dal mais, essendo molto più conveniente.
Il pan de mej è conosciuto anche come panigada prendendo il nome dai fiori di sambuco, in piena fioritura in questo periodo di aprile, che essiccati si utilizzavano per cospargerne i dolci.
Informazioni e ricetta (leggermente modificata) prese da web.


Ingredienti:
per 12 biscotti
150 g. di farina mais tipo fioretto (grana molto fine) o farina mais precotta
200 g. di farina 00
100 g. di burro
150 g. di zucchero
2 uova
1 bustina lievito per dolci
1 pizzico sale
1 bustina vanillina
buccia grattugiata di limone
fiori di sambuco essiccati (facoltativo)- reperibili in erboristeria, conferiscono al dolce un particolare aroma

Preparazione:
Lavorate bene con la frusta le uova con lo zucchero, la vanillina e un pizzico di sale. Aggiungete il burro fuso e raffreddato, la farina 00 setacciata con il lievito e la farina di mais . Il composto deve risultare morbido ma lavorabile con le mani quindi, se è necessario, aggiungete altra farina. Formare tante palline di circa 50-60 g l'una.  Disporle su una teglia rivestita con carta forno e schiacciarle un po' con le mani. Cospargete la superficie con lo zucchero e con i fiori di sambuco. Io ho cosparso solo con lo zucchero di canna, fiori di sambuco non li avevo.
Cuocete a 170°-180° gradi per 15-20 minuti. Sono pronti quando i biscotti risultano leggermente dorati.

Consiglio :Conservateli in contenitori di latta,ottimi a colazione o con il the . Per mantenere la tradizione, gustateli con panna liquida.








3 aprile 2015

Pastiera salata - Tartă sărată pascală italiană




Quest'anno per la Pasqua ho preparato(oggi) la pastiera ...ma quella salata. La pastiera dolce lo fatta altre volte, ricetta qui  . Per la pastiera salata, ho trovato una ricetta in rete e lo cambiata a modo mio. Prima di lasciarvi alla ricetta, vi voglio fare i miei auguri per domenica. Spero che questo santo giorno porti pace e serenità  per tutti voi.Auguri di una Pasqua serena e piena di armonia .
                                                   





Pastiera salata 


Ingredienti: 
frolla salata 
300 g. di farina 00
130 g. di burro
1 uovo
un pizzico di sale
acqua fredda q.b.
 ripieno
250 g. di ricotta di pecora
250 g.di ricotta di mucca
100. g scamorza affumicata 
80 g. salamini (Beretta) o salame tipo Napoli
80 g.di formaggio Maasdammer
300 g. di grano per pastiera già cotto
50 g. grana (parmigiano,pecorino) grattugiato
2 uova

Procedimento:
Lavorate il burro con la farina, un pizzico di sale e l'uovo. Lavorate e aggiungere un po' di acqua fredda per compattare l'impasto. Risulterà un impasto abbastanza sodo non troppo elastico. Formate un panetto non molto alto ,avvolgete nella pellicola e mettete in frigo almeno 30 minuti. Scolate bene la ricotta ,se c'è bisogno. Tagliate la scamorza ,il formaggio Maasdammer e il salame a quadratini . In una ciotola mettete la ricotta, il grano cotto,i formaggi e il salame tagliati a cubetti .Aggiungete la grana grattugiata e le uova. Mescolate tutto bene e aggiustate di sale. Prendete la frolla lavoratela leggermente e stendetela con il mattarello. Tenete da parte un po' d'impasto per fare le strisce che si mettono sopra la pastiera. Io lo stessa direttamente su un foglio di carta da forno(dove ho segnato le dimensioni della teglia,inclusivo i bordi) .La sfoglia stessa sopra la carta da forno lo messa direttamente nella teglia tonda da 22 cm. o da 24 cm. se la volete più bassa. Farcite con il ripieno di ricotta ,grano ,formaggi e salame. Con la frolla avanzata, fate delle strisce e sovrapponetele facendo delle losanghe. Spennellate sopra con l'uovo . Cuocete in forno (già riscaldato) a 180° per circa 45-50 minuti..dipende dal vostro forno. Quando sopra diventerà dorata , allora è pronta.











Anul acesta pentru Paste (eu il sarbatoresc pe cel catolic) am facut aceasta tarta sarata pascala numita "pastiera"  ,tipica din sudul Italiei (reg. Campania) . Exista si versiunea dulce de la acest preparat traditional italian.  Daca va intereseaza reteta de la pastiera napoletana (dulce), o gasiti aici

Un gand bun tuturor, la multi ani de Florii ....si un  Paste fericit! 


Ingredienti:
aluat tarta sarat 
300 g. faina 00
130 g. unt
1 ou
un varf de sare
apa rece
umplutura 
250 g. di ricotta de oaie
250 g.di ricotta de vaca
100. g scamorza/cascaval afumat
80 g. salam mai uscat
80 g. branza Maasdammer
300 g. grau fiert
50 g. branza rasa grana (parmigiano, pecorino)
2 oua

Mod de preparare:
Faceti un aluat din unt ,faina si un varf de sare, adaugati apa cat este necesar sa se lege, nu mult. Rezulta un aluat nu prea elastic. Se pune aluatul la rece in frigider, minim 30 minute, acoperit cu o folie. Se scurge ricotta daca este nevoie. Se taie cascavalul ,branza Maasdammer si salamul in cuburi . Se amesteca intr-un castron ricotta , cuburile de branza si salam ,ouale si branza rasa. Daca este nevoie sarati putin. Se tine deoparte putin din aluat. Restul se intinde pe o planseta cu facaletul , pe o hartie de cuptor . Eu am facut semn pe foaie cat era de mare tava , inclusiv bordura. Se pune aluatul intins pe foaie direct in tava rotunda de diam. 22 cm sau 24. cm daca vreti sa iasa mai joasa tarta . Umpleti tarta cu umpluta de ricotta ,branza si salam . Se intinde bucatica de aluat tinuta deoparte , se taie in fasii ,se pune deasupra sub forma de grilaj. Se ung fasiile cu ou . Se coace in cuptorul incalzit la o temperatura de 180 ° circa 45- 50 minute. (depinde si de cuptorul vostru ) Cand devine aurie deasupra este gata. Se lasa sa se raceasca ,apoi se serveste.

17 febbraio 2015

Chiacchiere con panna - Minciunele (uscatele) cu smantana







Oggi Martedì Grasso, giornata di scherzi, dolci e allegria.  Ieri pomeriggio ho fatto delle chiacchiere o sfrappe, galani ,bugie ,cenci, crostoli ..o come li volete chiamare.  Avevo una ricetta con la panna (mai fatto fino adesso) a quale ho aggiunto un po' di vino bianco. Ma come sono venute buone .Vi lascio alla ricetta di queste deliziose chiacchiere.

Buon Martedì Grasso a tutti!  


Ingredienti:
farina 00 circa 200-250 g
1 uovo
1 tuorlo
60 g. di panna da cucina
4 cucchiai di vino bianco
un pizzico di sale
1 bustina vanillina
buccia di limone grattugiata
zucchero vanigliato a velo
 per friggere
olio di semi di arachide

Procedimento: 
Si mescolano tutti ingredienti e alla fine si aggiunge la farina. Deve risultare un impasto liscio, omogeneo che non si appiccica sulle mani. Lavorate l’impasto per 5 minuti . Formate una palla, copritela sulla spianatoia con un ciotola e lasciatela riposare per 30 minuti.Tirate una sfoglia sottilissima con il matterello.Tagliate delle strisce della larghezza di circa 8-10 cm, ricavatene con una rotella tanti rettangoli e effettuate due tagli paralleli per il lungo. Friggete le chiacchiere, in abbondante olio bollente. Scolatele quando saranno dorate e appoggiatele sulla carta assorbente. Lasciatele raffreddare e cospargetele con lo zucchero a velo.



Altre ricette:
castagnole alla ricotta e amaretti
frittelle con semi di papavero
frittelle di mele
crema fritta
tortelli alle mandorle
chiacchiere con lo yogurt


19 giugno 2014

Torta tenerina o tacolenta




La torta tenerina è una specialità della città di Ferrara.
Nota fin dal 1900 come Torta Montenegrina o Torta Regina del Montenegro, in onore di Elena Petrovich del Montenegro la sposa dell'allora Re d'Italia Vittorio Emanuele III, venne soprannominata dai ferraresi torta tacolenta, per la sua consistenza interna quasi appiccicosa che si scioglie in bocca, deliziando il palato. Servito con una spolverata di zucchero a velo, questo splendido dolce, si presenta con un esterno croccante che rivela al suo interno un cuore umido di morbido cioccolato. Informazioni e ricetta prese da qui


Ingredienti:
200 g. di cioccolato fondente
125 g. di burro
2 uova
100 g. di zucchero
2 cucchiai scarsi di farina
pizzico di sale
zucchero a velo vanigliato

Preparazione:
Mettete il cioccolato a sciogliere a bagnomaria .Aggiungete il burro a cubetti e lasciate intiepidire il composto. Montate i tuorli con lo zucchero per bene fino ad ottenere un composto spumoso. Unite il composto di cioccolato e burro a quello di tuorli e zucchero, e aggiungete la farina. Frullate bene il composto. Se il composto è troppo denso aggiungere un po’ di latte, dovrà risultare liscio e cremoso. Montate molto bene gli albumi con un pizzico di sale. Incorporateli delicatamente al composto di cioccolato dal basso verso l’alto con un cucchiaio.  Imburrate e infarinate una tortiera del diametro di 24 cm. e versateci dentro l’impasto della torta. Infornate in forno già caldo a 180° per 30 minuti. Spegnete il forno e lasciate raffreddare la torta tenendo lo sportello del forno socchiuso. Uno volta fredda ,cospargetela di zucchero a velo.



28 febbraio 2014

Frittelle dolci di riso / Gogosi dulci de orez



Le frittelle di riso ,dolce tradizionale che viene preparato tutto l’anno in Emilia Romagna . Ci sono anche le frittelle di riso di San Giuseppe , il dolce tradizionale che viene preparato in Toscana e in alcune zone dell'Umbria e dell'Alto Lazio, il 19 marzo. Sono tipicamente preparate nel periodo invernale.Giovedì  ho fatto le frittelle di riso, ricetta presa da una mia vicina di casa, romagnola doc.  Se li volete provare ,ecco la ricetta:

Ingredienti:
300 ml di latte
4 cucchiai di riso
1 uovo
pizzico di sale
buccia di mezzo limone bio
1 cucchiaino colmo di lievito vanigliato per dolci
3 cucchiai di farina
2 cucchiai di zucchero
un goccio di Marsala secco o di grappa (facoltativo)
olio di semi di girasole o arachide
 zucchero semolato o a velo per la decorazione

Procedimento:
Mettete a bollire il latte con un pizzico di sale e la buccia di limone . Appena incomincia a bollire aggiungete il riso. Cuocete lentamente tutto, pian, piano fino a completo assorbimento.Ogni tanto mescolate con un cucchiaio.  Togliere la buccia di limone e fare raffreddare bene il riso . Quando è freddo aggiungete l'uovo , lo zucchero e la farina setacciata con il lievito. Si mescola tutto ben bene. Se fosse troppo molle, aggiungete un cucchiaio di farina. Scaldate in una padella olio, la fiamma non deve essere troppo alta , neanche troppo bassa. Prendete col cucchiaino una grossa noce di impasto e buttatelo nell'olio. Friggete le frittelline rigirandole, man mano finché non diventano di un bel colore dorato scuro . Scolatele su carta assorbente da cucina. Passate le frittelle calde nello zucchero semolato o spolverizzatele con lo zucchero a velo.






Altri dolci fritti :
castagnole alla ricotta e amaretti
frittelle con semi di papavero
frittelle di mele
crema fritta
tortelli alle mandorle
chiacchiere con lo yogurt

7 agosto 2013

Zuppa inglese



Qualche settimana fa ,ho rifatto dopo tanti anni, la zuppa inglese. Questa volta lo preparata come un tiramisù ,invece la prima volta lo preparata come lo zuccotto. Un dessert fresco e buonissimo , provatela!
La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio, fresco, simile al tiramisù .Un dolce tipico della regione Emilia Romagna che appare nella cucina della zona di Parma, Bologna, Modena, Forlì, Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia.
Un dolce a base di pan di Spagna o Savoiardi (a Ferrara è più comune l'utilizzo della brazadela, il tipico e semplice biscotto fatto in casa) inzuppati in liquore come Alchermes o Rosolio ed farcito con la crema pasticcera.



Ingredienti:

½ litro di latte
60 g. di farina
 90 g. di zucchero
3 tuorli
20 g. di burro
4 cucchiai di cacao
buccia da un limone
 una bustina vaniglia per dolci
 Alchermes, Rosolio
200-300 g.di savoiardi o Pan di Spagna

Preparazione: 
Per la crema pasticcera: amalgamate i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete la farina setacciata, il latte con la buccia di limone (non grattugiata ) e vaniglia , amalgamate il tutto e riportate sul fuoco moderato, fino a fare addensare la crema, continuando a mescolare. Quando e pronta togliete la buccia di limone e aggiungete il burro, lasciate a raffreddare. Per il budino al cioccolato: dividete la crema e una parte mescolatela con 3-4 cucchiai di cacao. Immergete velocemente i savoiardi nel liquore e fate un primo strato in una terrina, versatevi sopra un po' di budino al cioccolato e altrettanta crema pasticcera. Ripetete l'operazione fino ad esaurimento degli ingredienti. Passate la preparazione a raffreddare in frigo, per minimo 3-4 ore. Prima di servire, spolverizzate sopra di cacao o volendo mettette un po' di panna montata.

zuppa inglese


Preparazione di zuppa inglese a forma di zuccotto 






30 marzo 2013

Torta pasqualina e....Buona Pasqua !

La torta pasqualina ligure, un gustoso piatto per il pranzo di Pasqua o Pasquetta.

Ingredienti:

-250 g.di pasta sfoglia o brisée
-600 g. di bietole o spinaci surgelati
-300 g. di ricotta
-1 tuorlo
-1 uovo intero
-1 cipolla piccola 
-50 g. di burro
-4 cucchiai di Grana Padano grattugiato
-sale
-uova sode per decorare

Preparazione
 Lessate le bietole in acqua con sale, sgocciolatele e tritatele. Tritate finemente la cipolla ,appassitelo in una padella con una noce di burro e aggiungete la bietole bollite. Insaporite per un paio di minuti. Aggiungete la ricotta, l'uovo intero e il tuorlo, la Grana grattugiata, mescolate e salate. Foderate una teglia tonda di diametro 22-24 cm. con la pasta brisée o sfoglia e mettete dentro il composto di bietole. Piegate sopra i bordi della pasta e ricavate con un cucchiaio quattro o sei  incavi, dove appoggiate le metà uova sode. Cuocete la torta nel forno riscaldato ,a 180° gradi per circa 30 minuti ( la pasta diventerà dorata).

Buona Pasqua a tutti !



12 febbraio 2013

Fritto bianco ( frittelle di semolino ) / Gris cu lapte pane




Tempo di Carnevale, tempo di frittelle e golosità varie. L'altro giorno ho fatto fritto bianco, sono delle frittelle di semolino, una ricetta tipica romagnola. Sono delle frittelle che si fanno tutto l'anno. Un saluto e...  
buon Martedì Grasso!

  
Image and video hosting by TinyPic


Frittelle di semolino

Ingredienti:
-500 ml. di latte
-80-100 gr. di semolino
-100 gr. di zucchero
-2 uova
-1 limone 
-aroma di vaniglia
-pangrattato
-olio d'oliva o girasole per friggere
-zucchero a velo vanigliato
................................................................

Mettete in una casseruola il latte e lo zucchero e qualche goccia aroma di vaniglia Portare ad ebollizione il latte, versate a pioggia il semolino e cuocete mescolando sempre ,circa 10 minuti , fino che si rassoda il semolino. Se il composto viene subito troppo solido , aggiungete un po’di latte. Se risulta leggermente liquido ,aggiungete un po’ di semolino. Unite un uovo , la scorza di un limone grattugiata e mescolate bene. Stendete bene il composto alto circa1-1,5 cm su un piano liscio, cosparso di pangrattato. Farlo raffreddare e tagliarlo a rombi. Passate i rombi nell'altro uovo battuto e poi nel pangrattato. Friggete in abbondante olio caldo .Scolate le frittelle sulla carta da cucina . Servite calde le frittelle , spolverizzate di zucchero a velo.











română


Deoarece suntem in perioada de Carnaval (azi este ultima zi) , zilele trecute am vrut sa fac un dulce prajit ..asa ca dupa traditie. Am facut acest gris cu lapte pane. In zona unde stau eu se numeste fritto bianco si este un dulce care se face tot anul. Mai jos, gasiti si alte retete de gogosi, scovergi ..etc ..dulciuri care se fac special in perioada de Carnaval.

Ingrediente:
-500 ml. lapte
-80-100 gr. gris
-100 gr. zahar
-2 oua
-1 lamaie
-aroma de vanilie sau 1-2 plic de zahar vanilat
-pesmet
-ulei pentru prajit
-zahar pudra vanilat

Se pune laptele, zaharul , zaharul vanilat sau cateva picaturi de aroma de vanilie intr-o craticioara sa fiarba .Cand incepe sa fiarba ,varsati in ploaie grisul , incorporati si amestecati cu ajutoarul unui tel. Fierbeti la foc potrivit circa 10 minute ..nu mai mult, pana se inatareste grisul .Daca vedeti ca esti cam lichid intre timp ,adaugati putin gris. Daca vedeti ca s-a intarit inainte de timp ,adaugati putin lapte. Trageti de pe foc grisul , puneti coaja rasa de lamaie si un ou, amestecati bine .Pe un plan neted ,presarati pesmet si deasupra puneti grisul .Nivelati cu o lingura ,stratul sa sa fie inalt circa 1-1,5 cm. Lasati sa se raceasca bine si apoi taiati sub forma de romburi sau patrate . Treceti bucatile prin celalalt ou batut ,pesmet si apoi frigetile in uleiul incins. Scurgeti pe hartie de bucatarie .Presarati cu zahar pudra vanilat si seviti imediat cald. Asa calde, sunt delicioase si le gustati cu placere .


Alte retete de gogosi ,scovergi: gogosi cu migdale ,scovergi cu iaurt ,gogosi cu ricotta si amaretti ,crema prajita (pane) ,mere in halat,scovergi cu mac.

Blog