Cerca nel blog

27 maggio 2015

La piadina più grande del mondo al Romagna Shopping Valley



Per vedere il video del record cliccate qui .


È proprio vero, qui in Romagna quando decidiamo di fare una cosa o la facciamo “alla grande” oppure non ci sporchiamo neppure la mani.La sfida per battere il record della Piadina più Grande del Mondo è infatti entrata nella sua fase finale e i numeri sono di quelli da far girare la testa. Se il record precedente è andato ad una piadina di appena 22 chilogrammi, ora stiamo parlando di una cifra 4 volte maggiore, 80 chili per 5 metri di diametro. L’appuntamento è fissato per sabato 30 maggio (a partire dalle ore 17:00) al Romagna Shopping Valley - P.za Colombo, 3 | 47039 | Savignano sul Rubicone | (FC) e sarà certificato dal Guinness World Record, con sede a Londra. È richiesta la presenza di un notaio per garantire il rispetto di tutte le regole prescritte dalla celebre istituzione britannica e certificare l’effettivo peso della Piadina così da potersi aggiudicare l’agognato record mondiale.

Alcune cifre possono rendere l’idea: per realizzare la Piadina da Record verranno utilizzati 70 chilogrammi di farina, 8 chilogrammi di strutto, 1 chilo di agenti lievitanti, 1,5 chilogrammi di sale, circa 25 litri d’acqua. Gli ingredienti, gli stessi indicati nel disciplinare depositato presso il Ministero dell’Agricoltura, verranno impastati all’interno del supermercato Iper, dove gli addetti realizzeranno una palla di impasto di circa 100 chilogrammi. La palla verrà quindi trasportata all’esterno del centro commerciale, dove verrà allestita una apposita area per lo svolgimento dell’evento. L’impasto verrà lavorato su un tavolo di lavoro di circa cinque metri di diametro fatto realizzare appositamente da un falegname locale. Così come è stato necessario far costruire un mattarello extralarge, ovvero di circa 7 metri, ed alcune forchettone allungabili fino a 3 metri da utilizzare in fase di cottura per forare le eventuali ‘vesciche’. La cottura avverrà su una mega doppia piastra: ovvero due ‘piastroni’ in ferro, ciascuno del diametro di 5 metri e del peso di 1,5 tonnellate. Questa fase sarà particolarmente delicata. La Piadina infatti verrà fatta cuocere dapprima su una delle due piastre (Teglia base), che saranno scaldate da un fornellone fatto costruire ad hoc e alimentato da 6 bombole di gas e capace di produrre 320 kW.

Quando sarà il momento di procedere con la cottura del lato rimasto sopra, la seconda piastra (Teglia tappo) verrà appoggiata sulla piadina e facendo entrare in azione una gru le due piastre, strette a mo’ di sandwhich, verranno fatte ruotare per invertirne la posizione sul fornellone.
Terminata la cottura, si procederà alla pesatura, alla presenza del notaio, per certificare se è stato superato il World Record. Quindi si potrà passare alla farcitura a base di Nutella Ferrero. 
Tocco finale: utilizzando dello zucchero a velo, la Piadina verrà ‘decorata’ con la scritta ‘Romagna Shopping Valley – La Piada più Grande del Mondo!’. 
Nulla, ma proprio nulla, deve essere lasciato al caso è quindi partito il reclutamento di una squadra di volontari tra le 50 e le 70 persone.

Articolo preso da  Romagna a tavola .

La partecipazione è aperta a tutti. Nel caso voleste entrare nella squadra potete chiamare il numero verde 800 145079. C’è tempo fino a venerdì 29 maggio per aderire.


 

22 maggio 2015

Bibita rinfrescante al sambuco / Socată




Un paio di settimane fa ho avuto occasione di trovare una pianta di sambuco con tanti fiori. Dopo aver raccolto i fiori , il giorno dopo ho preparato una bevanda rinfrescante al sambuco.
Questa è una bevanda che ricorda la mia infanzia.  In Romania questa bevanda si chiama socata.
Soc in rumeno vuol dire sambuco. Lì la preparano tutti, e ognuno ha ovviamente la sua ricetta.
Nel web si trovano ricette per preparare anche lo sciroppo di sambuco (concentrato), che va diluito con l'acqua prima di berlo.

Sambuco comune (Sambucus nigra)  
La pianta contiene vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. è, inoltre ricco di aminoacidi, fibre e sali minerali, come il potassio, il calcio, il sodio, il fosforo, il ferro, il magnesio, il rame, lo zinco ed il magnesio, acidi organici e glucosidi. Tutti questi principi esercitano sull'organismo un'attività depurativa utile per la perdita di peso, per combattere la stitichezza e stimolare il metabolismo. Il sambuco è molto utile anche con patologie come la gotta, la tachicardia e le emorroidi. Il sambuco fiorisce in maggio-giugno.

Io, la bevanda al sambuco lo faccio cosi :

Ingredienti:
 3 l di acqua naturale 
 6 fiori di sambuco grandi *
 6-7 cucchiai di zucchero (io zucchero di canna) **
 1-2 limoni biologici
 ----------------------------
* Dato che i fiori di sambuco sono molto delicati e appassiscono velocemente, se non li usate subito, conservateli coi gambi immersi in un vaso d'acqua. 
Questa bevanda si può preparare anche con i fiori secchi, solo che si mettono di più.
** Volendo, potete aggiungere più zucchero, dipende da gusti.  


Preparazione:
In un barattolo di vetro (o una pentola alta inox ) mettete lo zucchero e 500 ml. di acqua ,mescolate fino che lo zucchero si scioglie bene. Lavate il limone ,tagliatelo a metà e spremetelo. Aggiungette in barattolo i fiori di sambuco( ben lavati) , il succo di limone, il limone strizzato e resto di 2,5 l di acqua.
Mescolate tutto ,coprite barattolo/pentola con un piattino o coperchio e lasciate a riposo per 24 ore, in cucina. Dopo 24 ore mescolate e lasciate ancora 24 ore a macerazione. Se la bevanda, dopo 2 giorni ha una aroma abbastanza intensa, saporita, è già  pronta. Se no, lasciate un'altro giorno a macerazione. Se fa caldo nel ambiente dove lo tenete , in 48 ore di solito è pronto.Comunque la bevanda tende a fermentare, tenuta troppi giorni a macerazione. Dopo la macerazione, strizzare per bene i fiori e i limoni e toglierli dall'acqua. Filtrate la bevanda attraverso un colino su cui avete messo una garza. Imbottigliate e conservare in frigorifero.
Servite la bibita al sambuco fresca dal frigo con una fetta di limone.




L'altra settimana,  quando sono andata in vacanza per qualche giorno ancora in Slovenia , ho trovato dal supermercato Lidl , sciroppo di sambuco ,prodotto in Germania per il mercato sloveno. E' buonissimo consumato con acqua naturale, ma anche frizzante.




8 maggio 2015

Grotte di Postumia e Castello Predjama (Slovenia)

Nei primi giorni di settembre 2014, ho avuto l'occasione di visitare le Grotte di Postumia e Castello di Predjama in Slovenia. Sempre in quei giorni ho visitato isola di Cres, Mali Lošinj (Lussinpiccolo), Veli Lošinj (Lussingrande), Porec(Parenzo) in Croazia.
Una mini vacanza di 4 giorni ,dove ho visto dei posti bellissimi, che ve li raccomando.
Le grotte e il castello non sono molto lontano da Italia. Prima di arrivare a Trieste si seguono le indicazioni per la frontiera Fernetti/Sežana e da qui si può continuare per l'autostrada oppure si può prendere la primissima strada sulla destra che conduce al piccolo paese di Sežana. Da qui la strada statale, poco trafficata e pittoresca, vi porterà a Postumia in meno di mezz'ora.
Tra Trieste e grotte di Postumia sono circa 47 km.tramite autostrada E70, che prevede il pagamento di pedaggi.

Le Grotte di Postumia dicono che sono tra le più belle al mondo. Si tratta della maggiore attrazione turistica della Slovenia e di uno dei più importanti esempi di fenomeni carsici al mondo. Solo nelle Grotte di Postumia ormai da 140 anni con un trenino speciale potete viaggiare sotto i maestosi archi sotterranei, decorati da stalattite che assomigliano a lampadari, attraversando il paesaggio fantastico, con sparse giocose sculture di calcaree.
Castello di Predjama è bellissimo, quando lo vedi appena scendi dal autobus (autobus che parte dalle Grotte di Postumia), ti lascia a bocca aperta.
Un castello pittoresco, misterioso, incastrato nella parete verticale della montagna , alta 123 metri, regna lì da più di 800 anni. Contribuisce al suo aspetto romantico l'idilliaco torrente Lokva che in profondità sotto il castello si perde nell'ipogeo.
Da maggio a settembre potete visitare anche la pittoresca Grotta sotto il Castello di Predjama. Grazie alla sua ubicazione e alle temperature favorevoli vanta interessanti abitanti: una colonia di pipistrelli. 
 infomarzioni prese da web

Nel video potete vedere tutte le foto più belle e representative del viaggio.



Un mini video fatto con il telefonino davanti al castello ,era iniziato uno spettacolo medievale.

 

Blog