Cerca nel blog

Visualizzazione post con etichetta cucina rumena / bucatarie romaneasca. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cucina rumena / bucatarie romaneasca. Mostra tutti i post

17 ottobre 2016

Gnocchi di patate con le susine




Gnocchi di patate ripieni con le prugne ,sono uno dei dolci preferiti che ricordano la mia infanzia .
Questo piatto è simile con gli gnocchi di susine che si preparano in Friuli Venezia Giulia. In genere vengono serviti come primo piatto o anche come piatto unico; nella zona di Trieste vengono spesso portati in tavola come dessert. Questi giorni li preparo ancora, (a settembre fatti due volte) visto che fino alla fine di ottobre si trovano ancora le susine. Ecco la mia ricetta:


Ingredienti: 
per circa 12 gnocchi 

impasto: 
700 g. di patate
150-160 g. di farina 00
2 uova grandi
60 g.di semolino
un pizzico di sale
 ripieno: 
6 prugne mature (io tipo Stanley)
cannella (facoltativo)
zucchero q.b.
condimento: 
180 g. di pane grattugiato
40 g . di burro
5 cucchiai di zucchero finissimo...o di più

Procedimento:
Se le prugne che usate sono grandi, tagliatele in due o quattro , togliendo il nocciolo, passatele nel pangrattato e mescolatele con un po' di cannella e lo zucchero.
Fate sciogliere il burro in una padella , aggiungete il pane grattugiato e mescolate sul fuoco fino quando il pane grattugiato diventa dorato. Alla fine spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero (meglio finissimo) e mescolate bene. Zucchero mettete secondo i vostri gusti.

Lavate le patate e lessateli con la buccia ,quando sono pronte pelatele e passatele nello schiacciapatate . Lasciate raffreddare le patate schiacciate e mescolate il tutto con le uova, semolino , la farina e un pizzico di sale. Impastate bene per ottenere un composto omogeneo. L'impasto sarà leggermente umido e appiccicoso ,deve essere cosi. Se proprio è troppo umido, aggiungete solo poco farina e semolino .
Con le mani leggermente umide, prendete parte dell’impasto e formate delle polpette tonde ,schiacciate in mezzo e riempite con un pezzo di prugna, chiudete e ridate la forma tonda .
Lessate gli gnocchi in acqua bollente salata, a fuoco medio. Quando salgono in superficie, teneteli ancora circa 1 minuto e poi scolateli.
Appena scolati , li mettete due ..tre a volta dentro la padella con il pane grattugiato tostato. Passatelli bene nel pane grattugiato. Servite gli gnocchi subito caldi, volendo anche spolverizzati di zucchero a velo. Se volete servirli più tardi ..ma sempre caldi , perché cosi si mangiano e sono più buoni, .metteteli in una casseruola coperta e immersa nel’acqua calda (bagnomaria) .


*****

Questo tipo di gnocchi vengono preparati anche con impasto di choux, ricetta lo trovate qui.


21 marzo 2016

Porri ripieni con carne / Praz umplut cu carne

   


Ingredienti: 

  • 3 porri grossi 
  • circa 200 g.carne macinata manzo, maiale o misto 
  • 1 uovo 
  • 2-3 tazze passata di pomodoro 
  • 2 spicchi d'aglio 
  • 2 cucchiai di grana grattugiato 
  • 5 cucchiai di olio extravergine 
  • 1 cucchiaio farina, fecola (facoltativo) 
  • prezzemolo fresco 
  • 4 cucchiai vino bianco 
  • olive (facoltativo) 
  • sale, pepe 

Nota:
I porri ideali per preparare questa ricetta devono essere abbastanza grossi.
Preparazione:
Pulite un paio di foglie esterne del porro, sciacquate con acqua fresca corrente. Tagliare la parte bianca e verde chiaro in pezzi di circa 6 cm. Mettiamo porri in acqua bollente con poco sale,li sbollentiamo un po'...circa 1 minuto , scoliamo subito. Con un cucchiaio di legno (manico),spingiamo dentro, eliminiamo la parte centrale del porro, lasciando solo circa 4 foglie al esterno. Questa operazione si può fare anche con i porri crudi ma non sempre riesce bene. La carne macinata si mescola con l’uovo, aglio ben tritato ,sale, pepe, prezzemolo fresco tritato. Volendo , nel ripieno si può mettere anche la parte centrale del porro,ma diminuite un po' la quantità di carne. Se no lo mettete nel ripieno ,si  può mettere nel sugo con la salsa di pomodoro. Io la parte centrale del porro lo usata per la preparazione delle polpette di riso. Con la carne macinata , riempiamo i porri , con aiuto di una siringa per decorare i dolci o con un cucchiaino aiutandoci con le dita .In una casseruola mettiamo 4-5 cucchiai di olio, rosoliamo i porri circa 2 minuti rigirandoli, aggiungiamo il vino ,lasciamo altri 3 minuti e poi aggiungiamo la passata di pomodoro . Lasciamo a cuocere lentamente, circa 30 minuti , coperto con coperchio...ma non del tutto. A metta cottura , aggiungiamo acqua (o brodo vegetale) ,cosi abbiamo abbastanza sugo .Volendo aggiungete delle olive verdi o nere snocciolate. Io non ho messo olive. Dopo circa 20 minuti ,mescoliamo farina (fecola o amido) con poco brodo/acqua e mettiamo dentro. Aggiustiamo di sale e lasciamo sul fuoco ancora circa 10 minuti. Spolverizzate i porri con prezzemolo fresco tritato e servite subito caldi .

*****
Ricetta presa da un libro di cucina rumena.  





22 maggio 2015

Bibita rinfrescante al sambuco / Socată




Un paio di settimane fa ho avuto occasione di trovare una pianta di sambuco con tanti fiori. Dopo aver raccolto i fiori , il giorno dopo ho preparato una bevanda rinfrescante al sambuco.
Questa è una bevanda che ricorda la mia infanzia.  In Romania questa bevanda si chiama socata.
Soc in rumeno vuol dire sambuco. Lì la preparano tutti, e ognuno ha ovviamente la sua ricetta.
Nel web si trovano ricette per preparare anche lo sciroppo di sambuco (concentrato), che va diluito con l'acqua prima di berlo.

Sambuco comune (Sambucus nigra)  
La pianta contiene vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. è, inoltre ricco di aminoacidi, fibre e sali minerali, come il potassio, il calcio, il sodio, il fosforo, il ferro, il magnesio, il rame, lo zinco ed il magnesio, acidi organici e glucosidi. Tutti questi principi esercitano sull'organismo un'attività depurativa utile per la perdita di peso, per combattere la stitichezza e stimolare il metabolismo. Il sambuco è molto utile anche con patologie come la gotta, la tachicardia e le emorroidi. Il sambuco fiorisce in maggio-giugno.

Io, la bevanda al sambuco lo faccio cosi :

Ingredienti:
 3 l di acqua naturale 
 6 fiori di sambuco grandi *
 6-7 cucchiai di zucchero (io zucchero di canna) **
 1-2 limoni biologici
 ----------------------------
* Dato che i fiori di sambuco sono molto delicati e appassiscono velocemente, se non li usate subito, conservateli coi gambi immersi in un vaso d'acqua. 
Questa bevanda si può preparare anche con i fiori secchi, solo che si mettono di più.
** Volendo, potete aggiungere più zucchero, dipende da gusti.  


Preparazione:
In un barattolo di vetro (o una pentola alta inox ) mettete lo zucchero e 500 ml. di acqua ,mescolate fino che lo zucchero si scioglie bene. Lavate il limone ,tagliatelo a metà e spremetelo. Aggiungette in barattolo i fiori di sambuco( ben lavati) , il succo di limone, il limone strizzato e resto di 2,5 l di acqua.
Mescolate tutto ,coprite barattolo/pentola con un piattino o coperchio e lasciate a riposo per 24 ore, in cucina. Dopo 24 ore mescolate e lasciate ancora 24 ore a macerazione. Se la bevanda, dopo 2 giorni ha una aroma abbastanza intensa, saporita, è già  pronta. Se no, lasciate un'altro giorno a macerazione. Se fa caldo nel ambiente dove lo tenete , in 48 ore di solito è pronto.Comunque la bevanda tende a fermentare, tenuta troppi giorni a macerazione. Dopo la macerazione, strizzare per bene i fiori e i limoni e toglierli dall'acqua. Filtrate la bevanda attraverso un colino su cui avete messo una garza. Imbottigliate e conservare in frigorifero.
Servite la bibita al sambuco fresca dal frigo con una fetta di limone.




L'altra settimana,  quando sono andata in vacanza per qualche giorno ancora in Slovenia , ho trovato dal supermercato Lidl , sciroppo di sambuco ,prodotto in Germania per il mercato sloveno. E' buonissimo consumato con acqua naturale, ma anche frizzante.




10 marzo 2015

9 Marzo (10 Marzo) -Santi Quaranta Martiri di Sebaste e un dolce per la ricorrenza (mucenici)

Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi ricordano il 9 Marzo Quaranta Martiri di Sebaste o Santi Quaranta (santi cristiani).
Ricorrenza : 9 marzo (Occidente) 10 marzo (Oriente)




>>Dal sito Santi e Beati <<

Sebaste (Armenia), † 320 
Presso Sivas nell’antica Armenia, passione dei santi quaranta soldati di Cappadocia, che, compagni non di sangue, ma di fede e di obbedienza alla volontà del Padre celeste, al tempo dell’imperatore Licinio, dopo aver patito il carcere e crudeli torture, durante il rigidissimo inverno furono costretti a rimanere di notte nudi all’aperto su di uno stagno ghiacciato e, spezzate loro le gambe, portarono così a termine il loro martirio.
Quando tutti morirono, i loro corpi furono portati fuori città e bruciati e le ceneri disperse nel vicino fiume. Nonostante questo gesto di disprezzo verso i martiri, parti di reliquie evidentemente poterono essere recuperate e venerate poi in diverse chiese, esse giunsero nei secoli successivi anche a Brescia, in Palestina, Costantinopoli, Cappadocia.

"Il martirio dei 40 Martiri di Sebaste è un grande esempio di fede cristiana, perseveranza, sacrificio e amicizia. Infatti, sebbene originari di paesi diversi, questi erano soldati che prestavano tutti servizio presso la stessa legione dell'esercito romano"

*********




In Romania ,come tradizione per la ricorrenza di questa Festa , si preparano dei dolci di nome mucenici.  Mucenici ,in italiano vuol dire martiri.
Sono due tipi di mucenici, mucenici bolliti e mucenici al forno.
L'anno scorso ho preparato mucenici bolliti (muntenesti), tipici della regione Muntenia, Dobrogea .
La mia ricetta di mucenici lessati,  lo trovate qui.



Oggi vi lascio la ricetta dei mucenici al forno (mucenici moldovenesti) cosi come si fanno solo in alcune zone della Romania (ex. Moldova , Banat).
Sono fatti con un impasto lievitato; ecco la mia ricetta:

Ingredienti:
500 g.di farina 00
25 g.di lievito di birra fresco
1 uovo
50 g.di zucchero
250 ml. latte intero tiepido
buccia di un mezzo limone grattugiato
50 g.di burro
1 bustina vanillina
sciroppo:
300 ml. acqua
150 g. zucchero
gocce aroma vaniglia o mezza bacca vaniglia
buccia di limone
per decorare:
miele
noci tritate

Procedimento:
Sbriciolare il lievito in una ciotolina, aggiungete un cucchiaino di zucchero, po’ di latte tiepido e una manciata di farina e mescolate bene. Il composto non deve essere troppo liquido, nè troppo solido. Mettete a riposare in un posto abbastanza caldo, riparato, ben coperto. Quando il composto raddoppia, trasferirlo in una grande ciotola. Aggiungere l'uovo montato con lo zucchero. Aggiungere il burro fuso e raffreddato, il latte tiepido, la vanillina, la buccia di limone ,e per finire la farina. Non mettere tutta la farina dal’inizio, aggiungete poco alla volta. Impastare bene con le mani , sbattendo contro le pareti della ciotola circa 5-10 minuti . L’impasto finale deve essere compatto e liscio e non troppo molle o troppo duro. Se vi sembra giusto non mettete tutta la farina.Se è troppo molle aggiungete dell'altra farina. Coprite bene e lasciare lievitare l’impasto in un posto abbastanza tiepido per minimo 1 ora.
L'impasto viene suddiviso in pezzi da modellare (per 500 g.di farina circa 11-15 pezzi , dipende dalla grandezza che si vuole fare) . Formate un rotolo lungo circa 25-30 cm., poi un cerchio (come in foto) e poi attorcigliate a metà dando la forma di otto. Spennellate con uovo e lasciateli ancora nella teglia a lievitare per circa 30 minuti, in un luogo tiepido. Cuoceteli  nel forno (già riscaldato) a 180 °,per 30-40 minuti ,fino che diventino dorati. Preparate lo sciroppo. Portare a bollore l'acqua, lo zucchero, la buccia di un limone (o arancia) e la vaniglia. Quando bolle spegnere, coprire subito e lasciar raffreddare.
Quando i mucenici sono tiepidi bagnateli con lo sciroppo, anche sopra con un pennello. Spennellate sopra con il miele e mettete gherigli di noce tritati.




22 novembre 2014

Colivă - dolce rumeno per la commemorazione dei defunti


Nella tradizione cristiana ortodossa come pasto simbolico nelle commemorazioni dei defunti si prepara la coliva, un dolce a base di grano bollito. ll nome ha una quantità di varianti a seconda delle lingue (in greco κόλλυβα, kólliva; in serbo кољиво, koljivo; in rumeno colivă ; in bulgaro коливо, kolivo.
Le ricette di coliva hanno un gran numero di varianti. L'ingrediente primario sono chicchi di grano bolliti e addolciti tradizionalmente con miele, ma oggi anche con zucchero. Al grano cotto, secondo le varie ricette si aggiungono le mandorle e noci tritate, semi di sesamo, cannella, semi di melograno, uva passa,...ecc.
Per decorazione, si usa ricoprire la coliva con polvere di zucchero o polvere di cacao (spesso con motivi ornamentali di croci), pezzi di cioccolata, mandorle glassate o caramelle di varie forme e colori. In Romania non si prepara dappertutto questo dolce.

In Italia esiste la colva. La colva un dolce particolare a base di grano cotto, noci ,mandorle, fichi secchi, uva sultanina ,cioccolato, melograno e vincotto che si prepara il 2 Novembre in Puglia ,particolarmente nelle zone di Foggia ,Barletta, Bitonto e Bisceglie.
Io la coliva l'ho faccio cosi :


Ingredienti :
580 g. di grano già cotto
6 cucchiaio di zucchero semolato
1 tazza (250 ml.) piena con noci tritate grossolanamente
buccia grattugiata di mezza limone
aroma rum
aroma vaniglia
per decoro
zucchero a velo ,2-3 biscotti secchi,
codette al cacao, noci, mandorle

Procedimento:
Mescolate tutti ingredienti .Volendo potete aumentare le dosi di zucchero e le noci ,dipende dal vostro gusto. Mettete il composto su un piatto da portata e date la forma del piatto. Tritate bene 2-3 biscotti secchi, poi li passate al setaccio spolverizzando sopra  la coliva. Sopra spolverizzate lo zucchero a velo,cosi non si scioglierà. Decorate con le noci ,mandorle, caramelle di cioccolato...ecc
Conservare nel frigorifero.



25 aprile 2014

Dolce con semi di papavero / Prajitura cu mac

Per gli amanti di dolci con semi di papavero ,oggi una ricetta tanto semplice e quanto buona. Ricetta leggermente modificata, lo presa da qui .




Ingredienti:
200 g.di  farina
3 uova
200 g. di margarina vegetale
200 ml .latte tiepido
200 g. di zucchero
100 g. di semi di papavero
mezza fialetta aroma vaniglia
1 cucchiaino bicarbonato di sodio o 1/2 bustina cremor tartaro
zucchero a velo

Procedimento:
Frullate bene i tuorli con lo zucchero ,aggiungete la margarina fusa e raffreddata e i semi di papavero macinati. Macinate i semi di papavero con il robot a immersione, in un recipiente un po' alto e stretto. Quando diventeranno un po'umidi ,simile a una crema ,sono pronti. Aggiungete al composto il latte, aroma vaniglia, la farina e bicarbonato di sodio sciolto in poco aceto. Io ho messo invece cremor tartaro, cosi come era, perché  non avevo bicarbonato. Frullate bene il composto mano a mano che incorporate tutti gli ingredienti. Montate a neve gli albumi e aggiungeteli al composto. Mescolate lentamente con un cucchiaio da basso verso alto, fino che il composto si amalgama bene. Foderate con la carta da forno una teglia da forno con le dimensioni 25/30 cm . Rovesciate il composto dentro e livellate con un cucchiaio.Cuocete il dolce ,nel forno riscaldato precedentemente, a 18°C circa 40 minuti. Fate la prova stuzzicadente. Quando il dolce si raffredda si spolverizza con lo zucchero a velo . Volendo ,al posto dello zucchero, usate la vostra glassa preferita.


Buon weekend a tutti!

24 marzo 2014

Mucenici (dolce romeno preparato per i Quaranta martiri di Sebaste )



Mucenici (in italiano vuol dire martiri), dolce tradizionale romeno, che si prepara il 9 marzo . In questo giorno, tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi ricordano i Quaranta Martiri di Sebaste o Santi Quaranta, sono dei santi cristiani.

"Il martirio dei 40 Martiri di Sebaste è un grande esempio di fede cristiana, perseveranza, sacrificio e amicizia. Infatti, sebbene originari di paesi diversi, questi erano soldati che prestavano tutti servizio presso la stessa legione dell'esercito romano e che subirono il martirio a Sabaste, in Armenia (l'odierna Siwas, in Turchia), sotto l'imperatore Licinio attorno al 322-323. Dopo aver confessato la fede cristiana, essi furono arrestati e sottoposti a interrogatorio, ma al loro rifiuto di offrire sacrifici agli idoli, il governatore Agricola li condannò a restare nudi, in una notte d'inverno, in mezzo ad un lago ghiacciato nei pressi della città."


In Romania si prepara due tipi di mucenici. Mucenici fatti con un impasto lievitato (latte, farina, uova, zucchero e lievito di birra). L'impasto viene suddiviso in pezzi da modellare,si da la forma di otto e si cuociono nel forno. Si prepara un sciroppo con l'acqua, zucchero e aromi .Si bagnano i mucenici e si ricoprono di miele e di gherigli di noce tritati. Sono tipici della regione romena Moldova, Banat.
La ricetta lo trovate qui.


L'altro tipo di mucenici si fanno con un impasto di acqua e farina. Al impasto si da la forma di piccoli cerchi o cerchi più grandi che poi si intrecciano dando la forma di otto. Si lasciano 24 ore ricoperti di farina, cosi la pasta si asciuga. Si lessano nell'acqua,dove si aggiunge lo zucchero, buccia di limone o arancia e aromi.
Si servono con i gherigli di noce tritati e una spolverata di cannella.
Il brodo simboleggia lo stagno ghiacciato. Sono tipici della regione romena  Dobrogea e Muntenia.
Ecco la ricetta esattamente come l'ho fatta io.

 Ingredienti:
 impasto 
250 g. di farina 00
120 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio di girasole
un pizzico di sale
sciroppo 
2 litri di acqua
300 g. di zucchero
buccia grattugiata di un limone
aroma vaniglia
aroma rum(facoltativo)
noci tritate
cannella in polvere

Procedimento:
Preparate l'impasto con l'acqua, farina e un pizzico di sale.Modellate a forma di cordoncino e poi a piccoli cerchi o a cerchio più grande e poi intrecciate dando la forma di otto. Metteteli su un vassoio ricoperti di farina e lasciateli seccare per massimo 24 ore .Dopo che i mucenici sono rimasti 24 ore ricoperti di farina per seccare si rigirano tante volte in un collino, fino che la farina in surplus si elimina. Mettete a bollire in una pentola 2 litri di acqua con un po' di sale.Quando l'acqua incomincia a bollire si buttano dentro i mucenici. Probabilmente salirà un po' di schiuma ,lo eliminate e continuate a lessare i mucenici a fuoco moderato. Quando vengono a gala, aggiungete lo zucchero e sentite se sono pronti. Devono essere al dente, se no ,lessateli ancora un po'. Aggiungette alla fine cottura (ultimi 5 minuti) la scorza di limone grattugiata e aroma di vaniglia. Volendo aggiungete anche aroma di rum. Assaggiate e aggiustate di zucchero se vi piace più dolce. Comunque il loro brodo, deve essere abbastanza dolce. Si servono freddi (temperatura ambiente o dal frigo) con i gherigli di noci tritati e una spolverata di cannella. Si conservano nel frigo per 2-3 giorni.




26 marzo 2013

Papanaşi fierţi - papanaşi lessati per L'abbecedario culinario della comunità Europea



Papanaşi, dolce tipico rumeno. I papanaşi sono di due tipi, fritti e lessati .Questa volta ho preparato quelli lessati. La ricetta di papanasi fritti lo trovate qui. Come quelli fritti ,l'ingrediente principale è il formaggio fresco brânză de vaci , in lingua rumena. Brânză de vaci, è un formaggio ottenuto dalla fermentazione di latte fresco di mucca pastorizzato ,con una consistenza cremosa e gusto leggermente acido. Lo trovate nei negozi rumeni. Personalmente, ho utilizzato la ricotta fresca di mucca ,che si presta abbastanza bene.

Ingredienti:
per papanasi
-250 gr. ricotta o altro formaggio fresco di mucca, tipo...
 i tomini piemontesi ,caprini di latte vaccino ...
-1 uovo
-2 cucchiai colmi di farina 00
-1 cucchiaio di semolino
- aroma vaniglia q.b
-buccia di limone grattugiata (facoltativo)
per condire
-una noce di burro
-zucchero semolato q.b
-pangrattato …circa 2 tazze
-zucchero a velo

Preparazione:
Preparate un impasto con tutti gli ingredienti per papanasi .L’impasto deve essere omogeneo e la sua consistenza non deve essere troppo liquida o troppo densa. Se il formaggio lascia siero ,aggiungete un po’ di farina in più. Formate delle palline (con la mano) ,volendo li potete appiattire leggermente . Questo procedimento si fa con l’aiuto della farina, perché  l’impasto tende a appiccicarsi sulle mani .In una pentola ,mettete a bollire del’acqua con una presa di sale . Quando l’acqua bolle , aggiungete i papanasi. Lessateli a fuoco medio per circa 8 minuti .Verranno in superficie anche prima (come gli gnocchi), ma li lasciate ancora un po’a lessarli. Nel frattempo ,in una padella sul fuoco, mettete una noce di burro .Quando si è sciolto aggiungete il pangrattato ,mescolate ,aggiungete qualche cucchiaiata di zucchero semolato…a piacere. Rosolate il tutto, mescolando sempre con un cucchiaio di legno. Quando il pangrattato è dorato …è pronto. Scolate i papanasi e passateli bene da tutte le parti nel pangrattato . Servite subito caldi ,spolverizzati con lo zucchero a velo. Volendo ,servite con della marmellata sopra.



Una gustosa variante di papanasi lessati.
 Dopo che li lessate ,li scolate bene, aggiungete sopra della panna da cucina o burro ,un po’di marmellata (io di fragole) ..solo se volete...se no, spolverizzate di zucchero semolato e gratinate per 2-3 minuti.
* Senza lo zucchero o marmellata ,si possono servire come un primo piatto. Certamente ,quando preparate al’inizio l’impasto , eliminate dagli ingredienti la buccia di limone e aroma di vaniglia.



Questa è la mia ricetta per L'abbecedario culinario della comunità Europea,un progetto della Trattoria Muvara, il blog di Aiulik. Questo mese, il blog La cucina di Cristina, ospita il paese Romania.







<<<<<<<<Image and video hosting by TinyPic>>>>>>>>>




Ingrediente:
pentru papanasi
- 250 gr. branza de vaci (eu ricotta)
- 1 ou
- 2 linguri pline cu varf de faina
- 1 lingura cu gris
- vanilie aroma
-coaja de lamiie rasa (facultativ)
  pentru pesmet
- un cub de unt
- zahar tos
- pesmet ..circa 2 cani
-zahar pudra

Mod de preparare:
Amestecam toate ingredientele pentru papanasi .Se face un aluat omogen. Consistenta lui nu trebuie sa fie prea moale sau prea tare. Se adauga in plus faina daca branza lasa prea mult zer ,desi este bine sa fie scursa inainte. Din aceasta compozitie formati bilute (care se pot turti..depinde ce forma vreti) ) pe care le tavaliti prin faina. Intr-o oala suficient de mare puneti sa fiarba apa cu sare . Cand apa fierbe,  adaugati papanasii si ii lasati sa fiarba la foc potrivit. Cand se ridica deasupra, ii lasati inca putin si apoi ii scurgeti . In total circa 8 minute sunt gata, depinde si cat de grosi i-ati facut. Topiti intr-o cratita untul cu pesmetul ,adaugati si zaharul tos dupa gust. Rumenti la foc mic pesmetul cu zaharul ,amestecand mereu cu o lingura de lemn. Cand pesmetul a devit auriu..mai rumen ,este gata.  Cum scoateti papanasii de la fiert, ii scurgeti cu spumiera si ii puneti in pesmet .Ii tavaliti pe toate partile,sa se lipeasca bine pesmetul pe ei. Se servesc imediat calzi, cu zahar pudra deasupra.  Se pot servi si cu dulceata deasupra.

Am facut si o alta varianta, tare buna.  
Dupa ce i-am scos de la fiert , am pus smantana peste ei ,zahar tos pe o parte ...dulceata pe altii ...si i-am gratinat 2-3 minute.
* Daca nu se pune deasupra zahar/dulceata si in aluat coaja de lamiie si vanilie ,se pot servi ca primul fel.

15 ottobre 2012

Zacuscă di melanzane, peperoni e olive / Zacuscă de vinete, ardei gras si masline



La zacuscă è un piatto di verdure (conserva) che si prepara in Romania abitualmente per l’inverno. La parola “zacuscă” e di origine slava (закуска, zakuska) e vuol dire ..antipasto , stuzzichino . Gli ingredienti principali di zacuscă classica sono le melanzane ,i peperoni (gogoşari- un tipo di peperone più dolce , carnoso , di forma sferica ), la cipolla e la passata di pomodoro. Si può preparare anche con altre verdure… fagioli, carote, funghi, zucchine, ecc. Addirittura esiste una variante con il pesce. Di solito si mangia spalmata sul pane. Si può preparare anche senza essere conservata nei barattoli per l’inverno. Appena preparata si conserva per qualche giorno nel frigorifero. Una pietanza simile esiste anche in Bulgaria , di nome lutenitsa.

Ingredienti:
-5 melanzane grosse
-7 peperoni
-2-3 cipolle grosse
-600 ml. passata densa di pomodoro
-400-500 ml. olio di girasole
-sale, pepe
-olive nere (meglio snocciolate)
-alloro

Procedimento:
Cuocete le melanzane e i peperoni nel forno . Quando la forchetta entra bene nella melanzana , la polpa dentro è morbida sono pronte .Li tagliate in due , togliete la polpa cotta con un cucchiaio. Mettete la polpa a sgocciolare in una scolapasta e poi con un coltello ,sminuzzatela . I peperoni li girate nel forno da tutte le parti, e sono pronti quando la pelle è abbrustolita abbastanza . Mettete i peperoni in una ciotola coperta con un coperchio e teneteli coperti per circa 10 minuti e poi li spellate. Vi aiuterà a eliminare la buccia più facilmente dopo la cottura . Tagliate finemente o grossolanamente i peperoni. Tritare la cipolla e soffriggerla nell'olio, aggiungete le melanzane , i peperoni, la passata e qualche foglie di alloro. Bollite a fiamma bassa per circa un ora o di più , mescolando spesso. E’ cotta quando vedremo riaffiorare l'olio. Quando vedete che l’olio incomincia a riaffiorare ,aggiungete le olive intere o tagliate ..quante volete ,bollite ancora 5-10 minuti e togliete dal fuoco. Aggiustate di sale e aggiungete se vi piace il pepe nero macinato. Ancora bollente, invasate la zacusca nei barattoli sterilizzati , chiudete bene . Avvolgete bene i barratoli caldi con una coperta e lasciarli riposare fino al giorno dopo. Conservare in dispensa al fresco e buio , una volta aperta si conserva in frigo .



20 aprile 2012

PASCA - dolce tipico pasquale rumeno

Per la Pasqua ortodossa, in Romania si prepara la pasca . Pasca è una specie di torta dolce di formaggio , che viene fatta solo una volta all'anno dai cristiani per la Pasqua. Ha una forma circolare per simboleggiare la culla di Gesù , al centro una croce di pasta, che ricorda Gesù crocifisso e l'impasto intrecciato sui bordi. Di solito si prepara con l'impasto di cozonac (impasto lievitato) o diversi tipi di impasti. Ho preferito a prepararla con un impasto senza lievito di birra, un impasto con lo yogurt , che si presta benissimo.
pasca-dolce tradizionale pasquale rumeno

Ingredienti :
per una teglia tonda , diam. 24-26 cm.

impasto
* 450 g. di farina
* 100 g. di zucchero
* buccia di un limone
* un pizzico di sale
* 125 g. di yogurt bianco intero
* 1 uovo
* 150 g. di burro
* 1 bustina di lievito per dolci

ripieno
* 250 g. di formaggio fresco di mucca (branza de vaci ,si trova nei negozi rumeni),
tipo tomino piemontese o in fiocchi
* 100 g. di ricotta
* 150 g. di panna da cucina
* 2 cucchiai di semolino
* 1 cucchiaio colmo di farina
* 2 uova
* 150 g. di zucchero- aumentate la quantità se volete più dolce
* buccia grattugiata di un limone
* 1 bustina vanillina o aroma vaniglia
* uva sultanina ammorbidita nel rum (io non ho messo)

Preparazione:Frullate bene l’uovo con lo zucchero , lo yogurt, burro a pezzettini ammorbidito ,la scorza del limone ,un pizzico di sale e alla fine farina e il lievito setacciato. Impastate rapidamente il tutto, fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo . Dividete la pasta in due, una un po’ più grande dell’altra. Con la prima fatte due lunghi bastoncini, grossi quanto un dito e intrecciateli (come in foto) . L’altra parte del impasto stenderla in una sfoglia tonda sulla spianatoia . Prima , tenete un po’del impasto , giusto per fare due bastoncini di circa 20 cm. per la croce .
Ripieno: frullate bene il formaggio con lo zucchero ,aggiungete i tuorli, la panna ,semolino, farina, la vanillina, la buccia grattugiata di limone e uva sultanina (ammorbidita nel rum). Alla fine aggiungete i albumi a neve .Mescolate lentamente fino che incorporate il tutto. Foderate la teglia (diam.24-26 cm.)  con della carta da forno ,mettete la sfoglia tonda. Mettete il ripieno di formaggio, stendete uniforme la crema di formaggio , piegate i bordi dentro e sopra adagiate i due bastoncini a forma di croce ,e poi sui bordi appoggiate la treccia . Premette la treccia leggermente sui bordi . Spennellate con albume sopra la treccia e la croce, cosi viene ben lucida. Infornate la pasca ,nel forno già riscaldato (a metà altezza) , temperatura 180-190° , circa 40-45 minuti . Deve essere ben dorata.





română


Anul acesta am vrut sa fac o pasca dar nu cu aluat de cozonac . M-am gandit sa o fac cu un aluat divers. Cu acest aluat , am preparat ceva timp in urma un dulce cu mere , aluatul este cu iaurt . Am avut o idee buna, se potriveste foarte bine si a iesit o pasca delicioasa.


Pasca cu aluat fara drojdie de bere

Ingredienti :
tava rotunda , diam. 24-26 cm.

aluat
* 450 g. faina
* 100 g. zahar
* coaja rasa de la o lamaie
* un varf de sare
* 125 g. iaurt alb gras
* 1 ou
* 150 g. unt
* 1 praf de copt

umplutura
* 250 g. branza de vaci
* 100 g. ricotta
* 150 g. smantana
* 2 linguri gris
* 1 lingura plina cu faina
* 2 oua
* 150 g. zahar –adaugati daca vreti mai dulce
* coaja rasa de lamaie
* zahar vanilat sau aroma de vanilie
* stafide inmuiate in rom (eu nu am pus)


Mod de preparare:
Amestecati bine oul cu zaharul, iaurtul, untul inmuiat , coaja rasa de lamaie ,un varf de sare si la sfarsit faina cu praful de copt ,cernute .Se amesteca bine ,pana devine un aluat omogen si compact, bun de intins. Impartiti aluatul in doua bucati, una mai mare , alta mai mica. Din bucata cea mica de aluat , faceti doua suluri destul de lungi ,groase cam cat un deget si le impletiti. Din bucata mai mare tineti putin aluat ,cat sa faceti crucea deasupra la pasca. Cu restul, intindeti o foaie rotunda si cu ea captusiti tava in care a-ti pus hartie de copt in cuptor. Este bine sa fie putin aluat si pe bordura,  in sus pe tava.
Faceti umplutura: frecati branza de vaci cu ricotta si zaharul, adaugati smantana ,galbenusurile, vanilia, coaja de lamaie rasa ,grisul, faina si stafidele inmuiate in rom .La sfarsit bateti albusurile spuma ,le adaugati peste crema de branza ,amestecati incet, pana se incorporeaza bine. Puneti umplutura in tava captusita cu aluat , nivelati bine, pliati deasupra bordura de aluat . Puneti deasupra in forma de cruce aluatul format de voi inainte iar pe marginea -bordura de jur imprejur , puneti impletitura. Apasati putin pe ea . Se unge cu albus aluatul. Se coace in cuptorul incalzit, (zona din mijloc ) , la o temperatura de circa 180-190° ,circa 40-45 minute. Trebuie sa fie bine rumenita.

4 gennaio 2012

Insalata boeuf (insalata russa con carne) /Salata de boeuf

Insalata boeuf è una specie di insalata russa con carne . Boeuf , in francese vuol dire proprio carne di manzo. Certo si può mettere anche vitello, pollo o tacchino. Questa insalata non manca mai nelle tavole degli rumeni per le feste . Mia madre l’ha sempre fatta così e cosi lo faccio anch’io. La versione ucraina dell'insalata russa lo trovate qui.


     Ingredienti:
  • 2 patate grandi
  • 2 carote grandi
  • 1/4 sedano rapa
  • 100 gr. di piselli lessati
  • circa 200-250 gr. carne lessa di manzo (o vitello/pollo/tacchino)
  • cetrioli in salamoia ( o agrodolci / sotto aceto)
  • peperoni agrodolci o sotto aceto q.b
  • maionese q.b
  • 1-2 cucchiai di senape
Preferisco che la quantità delle verdure e la carne sia uguale tra loro. Cerco di non mettere troppo cetriolini o peperoni , perchè viene troppo asprigna...ma poi questo dipende solo dai gusti.

Procedimento:
Fate bollire le patate , le carote e il sedano. Separatamente lessate anche la carne. Quando le verdure e la carne si sono già lessate si tirano fuori dall’acqua e si lasciano a raffreddarsi. Tagliate in piccoli dadini, le patate, le carote,i cetrioli, il sedano, la carne lessa, i peperoni .Aggiungete i piselli lessati . Aggiungete la maionese nella quantità che vi piace. Secondo me, non serve troppo maionese ,ma neanche troppo poca. Mescolate bene tutto e assaggiate ,cosi aggiustate di sale . Mettete  anche un po’ di pepe macinato. Mettete l’insalata su un vassoio di portata ,sopra decorate l'insalata boeuf con dell’altra maionese e poi con cetrioli ,peperoni, carote lesse , fettine di uova sode , ecc. Ponete insalata in frigorifero per almeno 2-3 ore (meglio 1 giorno) ad insaporirsi e raffreddare.

Buona Epifania a tutti !
Image and video hosting by TinyPic


 

7 marzo 2011

Chiacchiere con lo yogurt / Scovergi (minciunele) cu iaurt


E' proprio vero quando si dice "ogni mondo è paese " . I dolci fritti di Carnevale come le chiacchiere (sfrappe, bugie , crostoli, cenci, galani, pampuglie, cioffe, fiocchetti..ecc) si fanno anche in Romania, nonostante il Carnevale non si festeggia. L'unica differenza ..si possono fare tutto l'anno.
Come in Italia, questi dolci si chiamano in tanti modi diversi come minciunele (in rumeno vuol dire piccole bugie) ,uscatele ,scovergi, ciurigai...e chi sa che altro nome.
A casa mia li chiamavamo sempre scovergi.
La ricetta base e sempre quella... farina ,uova ,burro ,zucchero. Ho trovato una variante con lo yogurt  sul forum di cucina rumeno Retete culinare . Sono venute davvero buone...cosi buone... che la mia vicina Lidia ha detto che vuole anche lei la ricetta ,dopo averle assaggiate. Se li volete anche voi provare, ecco la ricetta:



        Ingredienti:
  • 50 gr.di  burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 5 cucchiai di yogurt bianco
  • sale
  • 1 bustina vanillina
  • buccia di limone grattugiata
  • farina q.b
  • olio per friggere
  • zucchero a velo vanigliato
.............................................
Mescolate in una ciotola l’uovo, lo zucchero ,un pizzico di sale , lo yogurt, la vanillina ,la buccia di limone grattugiata e il burro sciolto e raffreddato. Alla fine aggiungete la farina quanto basta per avere un impasto liscio ed elastico. Impastate per circa 10-15 minuti , darete la forma di una palla e lo lascerete così riposare avvolto con un canovaccio per almeno 30 minuti.
Spianate poi la pasta in modo da ottenere una sfoglia abbastanza sottile dello spessore di circa 2-3 mm . e con una rotellina a taglio smerlato, ricavate delle strisce o rettangoli ,rombi di 8-10 cm per 4 cm (o della misura che volete), e praticate su ognuna di esse un taglio , senza arrivare alle estremità .Passate una delle estremità dentro il taglio e tirate (vedi foto) . Io ho preferito a farle cosi  ma potete fare su ognuna di esse due tagli centrali e paralleli per il lungo . Immergete le strisce in olio caldo ma non bollente e friggete fino a doratura, voltando le strisce nell’olio. Sgocciolarle su carta assorbente. Quando diventeranno quasi fredde cospargetele di zucchero a velo vanigliato.

gif animators


Altri dolci fritti :
castagnole alla ricotta e amaretti
frittelle con semi di papavero
frittelle di mele
crema fritta
tortelli alle mandorle

Buon martedì grasso!
Image and video hosting by TinyPic

11 febbraio 2011

BISCOTTI CON SEMI DI PAPAVERO / FURSECURI (BISCUITI) CU MAC



Ingrediente :
per una teglia grande da forno
impasto base
* 150 g. di farina
* 100 g. di burro
* un pizzico di sale
* 1 bustina di vanillina
* 60 g. di zucchero
* 1 uovo
ripieno
* 120 g. di semi di papavero
(o una parte semi di papavero + mandorle )
* 100 ml. latte
* 2 cucchiai di zucchero
* 1/2 fialetta aroma vaniglia
.................................................

Per fare l’impasto si mescolano tutti ingredienti , burro, l’uovo, lo zucchero ,sale e la farina . Deve risultare  un impasto non troppo molle , non troppo sodo. Dunque aggiungete farina se serve. Coprite con della pellicola e mettetelo in frigo per circa 30 minuti.
Con il frullatore a immersione tritate i semi di papavero,  fino che diventano come un composto omogeneo, leggermente umido . Mettete i semi di papavero frullati in una padellino con il latte, lo zucchero. Mescolate a fuoco basso e quando il composto diventa come una crema densa  , togliete dal fuoco, aggiungete l’aroma di vaniglia e lasciate a raffreddare. Togliete dal frigo l’impasto e stendetelo in una sfoglia rettangolare spessa circa 0,5 cm . Sopra spalmate la crema raffreddata di semi di papavero e rotolate . Avvolgete il rotolo con la carta da forno e mettetelo nel freezer. Questa operazione si fa perché quando dobbiamo tagliare a fette non si appiattiscono e rimangono ben tonde . Lasciate circa 20-30 minuti nel freezer, rotolo deve essere abbastanza sodo . Tagliate a fette larghe 1-1,5 cm. e mettete i biscotti nella teglia da forno rivestita con la carta da forno . Cuoceteli nel forno preriscaldato, temperatura media, fino che diventano leggermente dorati.
La ricetta modificata ,lo presa da qui.




gif generator


E per chiudere , vi auguro un buon fine settimana ! Image and video hosting by TinyPic

31 gennaio 2011

DOLCE CON CREMA DI RICOTTA / PRAJITURA CU CREMA DE RICOTTA

Vi piacciono i dolci con la ricotta ? A me si ...tanto, tanto! La ricetta di questo dolce lo presa da una rivista di cucina rumena e sono stata davvero soddisfatta .Un dolce veloce da fare e buonissimo!


Ingredienti:
impasto base
* 300 g. di farina
* 125 g. di burro
* 1 uovo
* 125 g. di zucchero
* 1 bustina lievito per i dolci
* 30 g. di cacao
* 2 cucchiai di panna da cucina
crema
* 700 g. di ricotta
* 200 g. di zucchero
* 4 uova
* 1 bustina preparato per budino di vaniglia
* 2 cucchiai di panna da cucina
......................................
Preparare l'impasto base: mescolate bene l’uovo, burro, lo zucchero, aggiungete la farina setacciata insieme al lievito e cacao. Alla fine aggiungete la panna e mescolate bene. Tenete da parte un po’ d’ impasto , come misura usate una tazza da the. Stendete l’impasto con un cucchiaio in una teglia da forno foderata con la carta da forno, circa 2 cm altezza.
Preparate la crema: mescolate tutti gli ingredienti ,alla fine aggiungete i albumi sbattuti a neve,mescolate leggermente . Mettete la crema sopra l’impasto ,stendetela con un cucchiaio . Mescolate L’impasto tenuto da parte con della farina fino che diventa abbastanza duro. Grattugiate l’impasto sopra la crema di ricotta . Preriscaldate il forno ,cuocete a circa 180-190°,30-40 minuti. Tagliatela fredda a quadretti.

create an avatar



Grazie a Surac per i premi offerti ,li passo a tutti voi!
Multumesc Surac pentru premii! Le ofer voua, cine doreste poate sa le ridice.
make gif


E visto che oggi siamo lunedì, ecco il top dei segni zodiacali per questa settimana.
(previsioni di Paolo Fox)
Un saluto e buona settimana !

1.  Pesci
      2. Sagittario
     3. Acquario
  4 .Gemelli
        5. Capricorno
   6. Vergine
7. Ariete
       8. Scorpione
    9. Cancro
10. Toro
     11. Bilancia
  12. Leone



24 gennaio 2011

CORNETTI CON LO STRUTTO (dolce rumeno) /CORNULETE CU UNTURA

Cornulete, sono dei dolcetti a forma di cornetti (in rumeno vuol dire proprio piccoli cornetti ) , ripieni con le noci, marmellata ,lokum, cacao+noci, noci+marmellata.  Questa ricetta lo presa dal forum culinario Retete culinare e dentro l'impasto base ha lo strutto. Sono cosi fragranti e friabili ...come tutti i dolci che si preparano con lo strutto. L'impasto si può preparare anche con altri ingredienti come margarina, burro, latte, panna, aceto . Ho sempre fatto l'impasto di cornulete con margarina e aceto...ma devo dire che questi con lo strutto mi sono piaciuti di più. Sono troppo buoni ,uno tira l’altro!




Ingredienti:
* 500 g. di farina
* 1 uovo
* 250 g. di strutto
* 250 g. di panna da cucina
* 1 cucchiaio di zucchero
* 1 bustina di lievito per i dolci
* un pizzico di sale
* zucchero a velo vanigliato
Per ripieno:
noci tritate ,marmellata ,lokum , noci+cacao, noci+marmellata…ecc
al posto di loqum  utilizzate delle caramelle di gelatina alla frutta
.......................................
Si prepara un impasto con la farina, l’uovo , strutto, panna, zucchero ,lievito per i dolci ,un pizzico di sale. Impastare bene , stendete l'impasto (alto 0,5 cm.) dandogli una forma tonda, con un diametro di circa 18 cm. Dividete in tanti triangoli. Su ogni triangolo ,alla base mettete il ripieno desiderato e rotolate su se stesso, dando la forma di cornetto. Io li ho riempiti con noci + marmellata . Mettete i cornetti a cuocere nel forno già riscaldato ,a 180-200° fino quando diventano dorati. Quando sono tiepidi si passano nello zucchero a velo vanigliato.

build animated gif


Ricetta l’impasto con margarina e aceto :
250 g. di  margarina ,1 cucchiaio di aceto ,6 cucchiai di acqua ,vanillina, farina q.b. per risultare un impasto abbastanza duro.

cornettini fatti di mia sorella con l'impasto di margarina e aceto

Ciao e buona settimana a tutti !

Image and video hosting by TinyPic

30 dicembre 2010

COZONAC (dolce tipico rumeno delle feste)


Cozonac ,dolce tipico rumeno e bulgaro (kozunak) preparato specialmente per Natale e Pasqua. Per la Pasqua ortodossa si prepara un'altro dolce tradizionale ,Pasca.
Gli ingredienti principali di questo dolce sono simili al panettone e pandoro : farina ,latte ,uova ,lievito di birra, burro e zucchero.
Si prepara semplice o farcito . Gli ingredienti per ripieno : noci, cacao, uvetta ,formaggio dolce (per Pasqua) , cioccolato,semi di papavero ,lokum ( prodotto dolciario gommoso, colorato e aromatizzato di frutta secca ,spezie, limone ..ecc).
Questa è la ricetta che preferisco...è quella della mia nonna.


Ingredienti:
per 2 pezzi
* 1 kg di farina "00"
* ½ litro latte
* 4 uova
* 50 g. di lievito di birra
* 350 g. di zucchero
* 250 g. di burro
* 2 bustine vanillina
* buccia di limone
* cacao circa 150 g.
* 200 g. di noci macinate
....................................
Setacciate la farina e mettetela dentro un grande contenitore . Sciogliete il lievito di birra con poco latte tiepido. Fare un "buco" nella farina. Quando il lievito è diventato come una crema, mettetelo dentro il "buco" ,spolverare la superficie con poca farina e lasciate lievitare. Quando il lievito e leggermente gonfio ,incominciamo aggiungere il resto degli ingredienti. Gli ingredienti nell'ordine da mettere sono : il latte tiepido dove è stato sciolto lo zucchero, vanillina e la buccia di limone grattugiata . Il latte si aggiunge poco alla volta e incorporate la farina, mano a mano che impastate . Aggiungete i 4 tuorli, uno ad uno e continuate a impastare. Dopo i tuorli aggiungete i 4 albumi montati a neve continuate a impastare . Alla fine aggiungete poco alla volta il burro fuso e raffreddato . Continuate a impastare , picchiando il fondo dell’impasto per circa 10 minuti. Se l’impasto è troppo molle aggiungete della farina , fino quando l’impasto si toglie dalle mani .
Coprire con un panno e lasciar lievitare, preferibilmente in luogo caldo, fino quando raddoppia il suo volume .
Ripieno:
Sciogliete in un pentolino il cacao con poco latte e zucchero,che risulta come una crema densa ,lasciatela raffreddare . Potete aggiungere anche una punta di cucchiaino di amido di mais/maizena ,cosi il ripieno di cacao è sicuramente più denso, non troppo liquido.
Mescolate le noci macinate con un albume montato a neve e zucchero vanigliato ..secondo i vostri gusti ..più o meno dolce .
Se vi piace avere più ripieno aumentate la quantità di noci o di cacao o potete anche mescolare i due ingredienti. Se no, farcite con uvetta, pezzetti di cioccolato ,semi di papavero .Per il ripieno con i semi di papavero serve : per 300 gr. semi di papavero macinato serve 250 ml. latte e 3-4 cucchiai di zucchero + vanillina. Cuocete i semi di papavero macinati +latte + zucchero a fuoco basso ...circa 10 minuti...fino che diventa un composto abbastanza cremoso (il latte si asciuga) ,e alla fine aggiungete la vanillina.
Quando l’impasto è lievitato , dividetelo in due , stendetelo ( forma rettangolare )sulla spianatoia leggermente unta con l’olio o burro , sopra spalmate il ripieno preparato su tutta la superficie. Rotolate e mettete in una forma (grande da plum cake) imburrata e infarinata.
Ho preparato uno con il cacao e l’altro con le noci . Lasciate a lievitare ancora per mezza oretta. Spennellate sopra con dell'uovo sbattuto. Cuocete nel forno già riscaldato ad una temperatura di 180°-190°. Quando il dolce è ben gonfio e dorato ,dovrebbe essere pronto. Comunque fate la proba stecchino.
Quando il dolce e raffreddato spolverizzate con lo zucchero a velo.

make a gif


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Ornella "dolci natalizi da tutto il mondo!" -Il giardino dei sapori e dei colori.



E tanto per chiudere...
Vi auguro ,con tutto il cuore, un 2011 pieno di serenità e felicità !
Image and video hosting by TinyPic

Va urez cu drag ,un 2011 plin de seninatate si fericire!



29 ottobre 2010

MITITEI ( MICI) -ricetta rumena

Mititei o mici , è un piatto tipico della cucina rumena. Sono dei salsicciotti di carne macinata ,condimentati e cotti sul barbecue .




Ingredienti:

* 600 g.di  carne macinata mista di maiale e bovino o di pecora
* 1 cucchiaino di aglio granulato(polvere) o aglio fresco tritato
* ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio
* timo o santoreggia , coriandolo o origano
* olio di oliva
* sale
* pepe

............................
Preparazione:
In una ciotola mettete la carne macinata con il sale , il pepe , l’aglio , bicarbonato di sodio e le erbe aromatiche (secche) tritate. A volte metto solo origano ...e va benissimo. La quantità di spezie scegliete voi...è un elemento troppo variabile...è proporzionale con la quantità di carne e secondo i vostri gusti . Aggiungete l’ acqua (circa 200 ml. per 600 g. carne) e mescolate bene tutto il composto, deve essere cremoso . Mettete la carne condimentata in frigo per qualche ora , meglio per mezza giornata , cosi gli aromi insaporiscono bene la carne. Formate con le mani unte d’olio dei piccoli salsicciotti , lunghi circa 7- 8 cm , spennellateli con l'olio e cuocerli sulla bistecchiera in ghisa o sul barbecue ben caldo. Si servono caldi con senape e con un bel bicchiere di birra.


Buon fine settimana a tutti!
Image and video hosting by TinyPic


Blog